RASSEGNA STAMPA ASSICURATIVA 09/09/2019

Selezione di notizie assicurative da quotidiani nazionali ed internazionali


logoitalia oggi7

  • Welfare aziendale in accelerata
    I costi esterni dei programmi di welfare aziendale possono essere interamente coperti grazie al contributo del Fondo per le politiche della famiglia. Il bando «Conciliamo», pubblicato dal dipartimento per le politiche della famiglia della presidenza del consiglio dei ministri, consente di accedere a un contributo fino all’80% delle spese ammissibili, ma il cofinanziamento del 20% può essere rappresentato anche da risorse umane, beni e servizi messi a disposizione dalle imprese.

  • Le app tingono la vita di verde
    La tecnologia va in aiuto di chi vuole avere uno stile di vita sostenibile, un aspetto verso cui c’è sempre maggiore attenzione. Ci sono infatti piattaforme digitali che consentono in diversi modi di compiere azioni positive per l’ambiente.
  • Agli agenti somme di varia natura
    Natura differenziata per le somme corrisposte agli agenti: oltre alle provvigioni (che assumono connotazione di ricavi), infatti, gli stessi sono destinatari di somme corrisposte a titolo di indennità al momento della cessazione del rapporto.
  • Antitrust al giro di boa
    Sanzionare più duramente le pratiche commerciali scorrette realizzate dalle big tech, capaci, già oggi, di alterare l’andamento dei mercati mondiali.
  • Invasione del cemento illegale Cadono solo 2 ecomostri su 10
    Il cemento illegale ha invaso l’Italia. E poco o nulla viene abbattuto. L’allarme è stato lanciato da Legambiente dopo aver raccolto dai comuni i dati relativi al rapporto tra immobili costruiti illegalmente, numero di ordinanze di demolizione e edifi ci effettivamente abbattuti.

aflogo_mini

  • Fineco, la magnifica preda piace a tutti ma il prezzo è alto
    La stella del risparmio gestito Fineco Bank, negli ultimi 6 misi ha brillato poco in borsa. Anzi è l’unica società italiana del comparto ad aver perso. 
  • Carige, il dubbio Malacalza sulla battaglia del voto
    Il  maggiore azioni sta dell’istituto non ha ancora se in assemblea si darà il via libera al salvataggio. 
  • Gomme intelligenti sull’auto connessa Pirelli sfida i big
    Mancavano le ruote all’appello nella grande partita della nuova mobilità smart.
  • Fluid-o-Tec, medicale oltre il diesel
    Il gruppo Fluid-o-Tech produce sistemi di gestione dei liquidi che vengono applicati all’health care.

  • Ferrovie cala la carta Glocal. I treni regionali? Sono un affare
    Il trasporto locale può far salire il PIL dello 2,1% in 5 anni e aumentare il numero dei nuovi posti di lavoro.
  • I 90  giorni caldi di Jean Pierre
    L presidenza di Unicredit al vicario Bisoni, il suo compito potrebbe prolungarsi, due strade per il successore di Saccomanni.
  • Più lavoro (senza trucchi) per i giovani si può fare
    Si spezza il cattivo uso dei tirocini e in favore dell’apprendistato. In Italia nel 2017 c’erano 248 mila contratti di questo tipo, mentre in Germania 1,4 milioni.

 


  • Più spinta alle card ma al Sud vince il contante
    Una maggiore diffusione degli strumenti di pagamento elettronici, potrebbe togliere gradualmente spazio a chi vuole utilizzare il contante per scopi illeciti rendendo più trasparenti le transazioni commerciali.
    I dati della Banca d’Italia mostrano un aumento delle transazioni con le carte, ma ancora troppo lento per scalzare il primato del contante.
  • Contributi: cumulo e ricongiunzione al test di convenienza
    La grande novità del 2017 (legge 232/2016, articolo 1 comma 195) è il cumulo contributivo gratuito che ha un funzionamento completamente diverso rispetto alla ricongiunzione, rimasta comunque in vita.
    Se il cumulo contributivo consente l’ingresso alla pensione di vecchiaia o anticipata con le regole Inps (con almeno 42 anni e 10 mesi per gli uomini, 41 anni e 10 mesi per le donne e con 3 mesi di finestra prima della decorrenza materiale del trattamento) le Casse prevedono spesso ingressi anticipati.
  • Riscatto light solo a chi ha una posizione anche all’Inps
    Il decreto di riforma del welfare (Dl 4/2019) all’articolo 20 ha introdotto in modo stabile un riscatto del corso di studi a prezzo agevolato. Il riscatto agevolato è accessibile alla sola condizione che il laureato abbia frequentato il corso legale di studi dopo il 31 dicembre 1995, cioè nei periodi del metodo di calcolo pensionistico contributivo.
  • Il Lazio scommette sul digitale e sull’innovazione al femminile
    Con due distinti bandi, che insieme valgono 6 milioni di euro, la Regione Lazio tenta così di arginare lo stallo tecnologico di imprese e professionisti: un gap che secondo il “Digital Economy and Society Index” (Desi) pubblicato nel giugno scorso vede l’85% delle imprese laziali lavorare con tecnologie obsolete.
  • Il medico è responsabile del danno se l’azione corretta l’avrebbe evitato
    A più di due anni dal debutto della legge Gelli-Bianco (24/2017) che ha riformato la responsabilità medica e ha introdotto nel Codice penale l’articolo 590-sexies come causa di non punibilità specifica per i danni dovuti a imperizia, la giurisprudenza ha delineato i casi e i motivi che fanno scattare la condanna di medici e operatori sanitari.
  • Il paziente-vittima non può fare causa all’assicuratore
    La legge 24/2017 ha riformato il contenzioso civile sanitario con nuove norme procedurali che hanno generato un “rito sanitario” speciale, fatto di attività pre-contenziosa (le attività preliminari volte alla conciliazione) e riti accelerati per il veloce ristoro dei danni da errori accertati.