Nuova acquisizione per il broker francese Verlingue

A pochi mesi dalla presentazione dell’acquisizione della società di brokeraggio assicurativo Meex, il broker francese Verlingue annuncia di aver effettuato una nuova operazione di crescita esterna.

Infatti, l’ottavo broker generalista del mercato francese (166M€ di fatturato, 1100 dipendenti) ha appena acquisito il gruppo Eyssautier (9 milioni di euro di fatturato, 50 dipendenti).

“Questa acquisizione è pienamente in linea con il nostro piano strategico 2022 e illustra le ambizioni che abbiamo per Verlingue in Francia e all’estero. Con l’integrazione di Eyssautier, Verlingue beneficerà di un alto livello di competenza nel mercato del rischio marittimo e dei trasporti, estremamente dinamico, e di una indiscussa esperienza internazionale. L’unione dei nostri punti di forza e delle nostre competenze è un’ottima notizia per i nostri clienti, i nostri partner e tutti i nostri team in Francia e in Europa”, ha commentato Jacques Verlingue, Presidente di Verlingue e del Gruppo Adélaïde.

Nell’ambito del suo piano strategico 2022, Verlingue si è posta l’obiettivo di raggiungere il fatturato di 330 milioni di euro entro il 2022, di cui 210 milioni di euro in Francia e 120 milioni di euro all’estero. “Non esiteremo a perseguire la crescita esterna nei paesi in cui siamo già presenti”, ha annunciato Eric Maumy lo scorso marzo, prima di lasciare la sua posizione di Amministratore Delegato per passare alla guida di April.

Questa nuova acquisizione rappresenta quindi, per Verlingue, un modo per raggiungere questo obiettivo, in particolare a livello internazionale. Infatti, il gruppo Eyssautier, creato nel 1935 e gestito dalla famiglia Eyssautier da tre generazioni, svolge il 70% della sua attività a livello internazionale.
I manager e i dirigenti del gruppo Eyssautier continueranno a gestire l’azienda lavorando a stretto contatto con i team di Verlingue.

Verlingue