Del Vecchio, lo sgarbo Ieo e Trieste: è partito l’assedio a Mediobanca

Del Vecchio ha mostrato dl voler fare il contrarlo: ha annunciato di aver comprato il 6.94 per cento di Mediobanca, diventandone di botto il terzo azionista dopo Unicredit e il finanziere Vincent Bollore. La sua è una sfida: ha fatto avvertire il numero uno di Mediobanca. Alberto Nagel pochi attimi prima di diffondere il comunicato con la notizia del blitz. L’Intento dichiarato è «accelerare la creazione di valore a vantaggio dl tutti gli stakeholder. “Creare valore” è una formula vaga, che gli osservatori traducono in un obiettivo più circoscritto: far passare dalla propria parte alcuni dei soci che, finora, hanno appoggiato i manager di Mediobanca, e determinare un nuovo assetto di comando. Contare le azioni per pesare di più. Uno dei fatti che colpiscono in questo assedio annunciato è che i rapporti fra Del Vecchio e Nagel, fino a non molto tempo fa sembravano del tutto distesi.

 



Fonte:aflogo_mini