Un correttivo per gli assegni

In arrivo un correttivo antiriciclaggio. Il decreto in fase di ultimazione dovrà sistemare alcuni aspetti legati alle sanzioni antiriciclaggio del dlgs 90/17 e a mettere la parola fine alla questione dei carnet di assegni senza clausola di trasferibilità ancora in circolazione. Come emerso a margine del secondo Forum dei commercialisti a Milano, quest’ultima questione la norma è pronta ma non ha ancora trovato veicolo normativo.

I tecnici sono al lavoro anche sul fronte del decreto legislativo che avvierà in Italia il registro delle monete virtuali, conclusa la procedura di consultazione si attende il passaggio del provvedimento in consiglio dei ministri. Mentre in raccordo con la quinta direttiva Ue in tema di antiriciclaggio che dovrà essere recepita dall’Italia entro il 2020, si opererà un intervento di collegamento nel regolamento che dà attuazione al registro dei trust all’esame di ministero dell’economia e dello sviluppo economico, questo per evitare che un intervento anticipatorio non tenga conto delle novità di accesso al registro contenuto nella V direttiva creando dei problemi nei sistemi informatici in fase di predisposizione per la tenuta del registro da parte delle camere di commercio. Infine se è in partenza la comunicazione automatica da parte degli intermediari finanziari delle operazioni in contante oltre soglia nel futuro sarà possibile estendere la procedura automatica anche ai professionista, una volta che saranno individuate le operazioni per cui potrà essere previsto un automatismo.

Fonte: