RASSEGNA STAMPA ASSICURATIVA 21/09/2018

logo_mf

Il Leone lancia una nuova iniziativa con Aperture Investors. La società di gestione applicherà ai clienti commissioni pari a quelle degli Etf, che aumenteranno solo in caso di sovraperformance rispetto ai benchmark. Alla guida Kraus (ex Alliance-Bernstein)

L’arrivo della nuova direttiva europea sulla distribuzione assicurativa (Idd), in vigore dal 1 ottobre, promette di cambiare il mercato della bancassicurazione. Il rapporto tra produttore (le compagnie di assicurazione) e distributore (le banche) è destinato a farsi più stretto anche nella fase di post-vendita «e questo avrà l’effetto di razionalizzare il numero di partner con cui gli istituti decidono di lavorare, limitandolo a due o tre», dice Fabio Carniol, amministratore delegato di Helvetia Vita e Chiara assicurazioni. «La nuova direttiva richiederà inoltre di tracciare e informatizzare tutti i flussi informativi», continua Carniol e questo rappresenta un’evoluzione importante, «soprattutto per il ramo Danni, mentre in quello Vita il processo è già in fase più avanzata».

Il «salvadanaio» previdenziale degli psicologi (liberi professionisti) diventa un po’ più «pesante»: è l’effetto della maggior rivalutazione dei montanti degli iscritti all’Enpap (Ente pensionistico di categoria) pari per il 2016 al «3,08%», in ascesa del «2,58%» rispetto al calcolo basato sulla media quinquennale del pil per quell’anno (0,50%)», come previsto dalla legge.

 

Il Cda di Mediobanca ha approvato il progetto di bilancio d’esercizio e il bilancio consolidato al 30 giugno che rispecchiano risultati approvati lo scorso 31 luglio. Il risultato netto è si di 337 milioni di euro per la capogruppo Mediobanca spa (318,3 milioni di euro nell’esercizio 2016-17) e di 863,9 milioni di euro per il gruppo Mediobanca ( 750,2 milioni di euro nell’esercizio 2016-17).
Assicurazioni Generali e Aperture Investors hanno lanciato ieri una innovativa società di gestione del risparmio, basata su un modello di ricavi radicalmente differente, con retribuzioni basate sulle performance. Aperture Investors sarà guidata da Peter Kraus, già presidente e ceo di AllianceBernstein e global co-head della divisione Investment Management di Goldman Sachs. Generali metterà a disposizione fino a 4 miliardi di dollari in capitale di investimento strategico per le diverse strategie di investimento, sottoposte all’approvazione del cda di Generali e di Aperture Investors.

 


Repubblica_logo

  • Quota 100, assegni minimi e d’oro. Ecco come saranno le nuove pensioni
La proposta di riforma della legge Fornero che arriverà sul tavolo del ministro dell’Economia, Giovanni Tria, è quella originaria avanzata dalla Lega, la “quota 100”: si potrà andare in pensione se sommando l’età anagrafica e quella contributiva si arriverà a 100. L’età minima indicata è 62 anni con 38 di contributi. Per ora, la proposta leghista non prevede paletti, quindi quota 100 libera, il che porterebbe in pensione nel 2019 più «di 400 mila persone», calcolano i responsabili economici del partito, e il costo stimato per poterla realizzare è di circa 8 miliardi.

 

  • Patto Mediobanca, Unicredit cerca l’uscita anticipata
Dopo  aver flirtato in estate con l’addio al patto di Mediobanca l’ad di Unicredit Jean Pierre Mustier ha scelto di lasciare le cose come stanno. Inoltre – come illustrato ieri al cda di Unicredit, che della banca d’affari è primo socio all’ 8,4% – c’è troppa carne al fuoco per fare blitz sulla partecipata, che è anche lo scrigno del 13,24% di Generali. Proprio a Trieste si stanno per giocare partite importanti: a novembre l’ad Philippe Donnet, che con Mustier è in solidi rapporti, presenterà il nuovo piano strategico con cui il Leone è chiamato a colmare il divario con le rivali europee Allianz e Axa.

  • Messina: presto per il partner di Eurizon
Intesa Sanpaolo non ha alcuna preoccupazione per lo stress test della Bce il cui esito sarà reso noto a novembre. Intesa Sanpaolo non ha ancora individuato un target di crescita per Eurizon «e quindi del presupposto per cercare un partner, siamo ancora molto distanti da qualsiasi sviluppo», ha affermato l’ad Carlo Messina.
  • Generali con Kraus nell’asset management
Nuova iniziativa di Generali nell’asset management. La compagnia ha fatto sapere ieri di aver costituito Aperture Investors, una innovativa società di gestione del risparmio, insieme a Peter Kraus, già presidente e ceo di AllianceBernstein e global co-head della divisione Investment Management di Goldman Sachs. Kraus guiderà la nuova iniziativa e Generali metterà a disposizione fino a 4 miliardi di dollari in capitale di investimento strategico.

Le banche stanno vivendo una rivoluzione digitale che può renderle fragili dei confronti degli hacker. Questa estate l’indiana Cosmos Bank è stata vittima di un attacco di nuovo tipo: gli hacker hanno installato un software malware sul server di distribuzione e sono riusciti a rubare l’equivalente di $ 13,5 milioni in sole due ore. In due ore hanno lanciato oltre 14.000 operazioni fraudolente nei bancomat di 28 paesi diversi. Gli hacker hanno usato fraudolentemente il sistema di trading interbancario SWIFT. La cyber insurance è un mercato in forte crescita.