2017, un anno conforme alle attese

BILANCI

Utili stabili. Lieve ripresa nei rami danni. Per la prima volta il ramo auto scende Sotto il 50% della raccolta danni. Impresa globalmente Solida, ma poco innovativa

Autore: Fausto Panzeri
ASSINEWS 300 – settembre 2018

Dall’analisi dei dati annuali del mercato assicurativo italiano si possono trarre valutazioni divergenti e talora antitetiche benché i “numeri” siano oggettivamente inconfutabili e appaiano stabilizzati da almeno 6 anni. Da un lato, infatti, si può asserire che il settore ha raggiunto un elevato grado di maturità poiché i metodi di gestione e di controllo messi in atto dalle imprese hanno fatto sì che i risultati di bilancio fossero positivi e stabili, così come il grado di solvibilità delle imprese stesse, nel loro complesso, è piuttosto elevato ed ha brillantemente superato le paventate incognite di Solvency 2.

Da un altro punto di vista, però, si potrebbe asserire che talune lacune del nostro sistema assicurativo sono rimaste invariate o in alcuni casi si sono ulteriormente allargate. Alla stabilità dei conti economici positivi, infatti, si contrappone un elevato grado di sottoassicurazione del Paese, tangibilmente riscontrabile in presenza di catastrofi naturali e anche con il verificarsi di sinistri di gravi entità. In effetti il know-how assicurativo, in Italia, parrebbe rivolto essenzialmente alla gestione del ramo auto e rischi personali, che non rivelino particolari complessità. A costo di apparire un po’ estremi nelle definizioni potremmo affermare che il sapere assicurativo si esaurisca nella gestione di questi rischi e nell’ambito del risparmio in quanto la stragrande maggioranza delle polizze emesse dal comparto vita non hanno pressoché nulla di realmente assicurativo. A ben vedere le conseguenze di tutto ciò si estrinsecano nello sviluppo che nei rami danni è stato addirittura negativo a fronte, peraltro, di una costante diminuzione dei sinistri. Tutto questo, a nostro avviso, dovrebbe preoccupare gli assicuratori, poiché proseguendo in questo trend si troveranno a perdere uno degli aspetti fondanti della loro stessa esistenza, che è rappresentato dal verificarsi di eventi dannosi.

CONTENUTO A PAGAMENTOIl contenuto integrale di questo articolo è visualizzabile solo dagli abbonati aMENSILENon sei abbonato?

Sei già abbonato? Effettua il login nel modulo sottostante

Hai dimenticato la Password?
Registrati