RCA: la compagnia deve pagare anche i fatti dolosi dell’assicurato

Il rapporto fra assicuratore e danneggiato ha “connotazione pubblicistiche”

a cura di Sonia Lazzini

La domanda sorge spontanea: lo stesso principio potrebbe ora applicarsi anche all’assicurazione obbligatoria in materia sanitaria come sancita dalla Legge Gelli?

La Suprema Corte di Cassazione – Terza Sezione Civile sentenza 19368 del 3 agosto 2017 non ha dubbi.

Stante l’attenzione del legislatore per la posizione del danneggiato, «sarebbe certamente incongruo ritenere che il legislatore abbia inteso escludere detta tutela nel caso di atti dolosi».

Il contratto di assicurazione opera in favore del terzo danneggiato che ha diritto di ottenere dall’assicuratore del responsabile il risarcimento del danno; ma non opera in favore dell’assicurato danneggiante, contro il quale l’assicuratore avrà il diritto di regresso, come se il contratto in realtà non ci fosse.

L’assicurazione obbligatoria per la responsabilità civile degli autoveicoli non ha soltanto la funzione di garantire i proprietari degli stessi dai rischi connessi con la circolazione, ma ha anche quella, almeno altrettanto significativa, di proteggere le potenziali vittime dei sinistri stradali.

per saperne di più:

https://appaltieassicurazioni.it/cassazione-rca-obbligo-risarcimento-parte-della-compagnia-assicurazione-anche-caso-doloso-dellassicurato/