Groupama trainata da plusvalenze eccezionali

Groupama ha pubblicato buoni risultati semestrali la scorsa settimana: l’utile netto di gruppo è più che triplicato nel primo semestre 2017 stabilizzandosi a 286 mln €, contro 69 mln € di un anno prima. Tale performance si spiega soprattutto per plusvalenze eccezionali generate dalla cessione delle sue partecipazioni in Icade (controllata della Caisse des Dépôts) e OTP Bank. 

Il risultato operativo è in crescita del 39% a 154 mln €, grazie soprattutto ad uno sviluppo mirato e ad una trasformazione attiva del portafoglio vita con una parte del business in unit linked in riparmio individuale portato al 25%.

La raccolta premi dell’assicurazione persone raggiunge i 3,9 mld, in crescita dello 0,9% in un anno. Il risultato operativo migliora di 66 mln per attestarsi a 137 mln.

L’assicurazione danni realizza una raccolta di 5,2 mld, in crescita del 2%. A causa dell’elevata sinistrosità il combined ratio si attesta a 99,7% e il risultato operativo scende a 29 mln contro i 72 di un anno prima.

Il margine di solvibilità è pari a 326%, in crescita di 37 punti rispetto a dicembre.