Fitch, l’outlook rimane negativo per la riassicurazione

L’outlook fondamentale per il settore riassicurativo rimane negativo per l’agenzia di rating Fitch, che in un rapporto sottolinea la forte concorrenza nel comparto e l’impatto sulla redditività causato dai bassi rendimenti degli investimenti.

Se la tariffazione o i rendimenti non miglioreranno alcuni gruppi riassicurativi potrebbero non essere in grado di generare risultati operativi positivi nel caso le perdite da catastrofi aumentassero, tornando alla loro media storica.

Fitch rileva che il rating della riassicurazione è stabile grazie alla forte patrimonializzazione e nell’insieme all’adeguata redditività Quest’ultima è tuttavia diminuita significativamente negli ultimi anni ed è probabile che un ulteriore peggioramento porti ad abbassamenti dei rating o a outlook negativi.

Secondo l’agenzia l’impatto dell’uragano Harvey è gestibile per le compagnie di riassicurazione, tenendo conto che le perdite da catastrofi nella prima metà del 2017 sono state sotto la media (4 punti di impatto sul combined ratio), il che aiuterà ad assorbire le perdite nella seconda metà dell’anno. Fitch ritiene, inoltre, che gran parte dei danni economici causati dall’uragano non siano coperti da polizze assicurative o siano coperti dal National Flood Insurance Program. E’ quindi possibile che le perdite assicurativa ricadano entro i livelli di pertinenza delle compagnie assicurative primarie e che sono una piccola parte ricada sui riassicuratori.