I semestre in crescita per Helvetia

Nel primo semestre 2016 il Gruppo Helvetia ha incrementato il risultato operativo dell’8%, raggiungendo quota CHF 238 mln.

Il combined ratio netto è migliorato di 0,5 punti percentuali attestandosi al 91,9%.

Il volume d’affari del gruppo assicurativo è salito del 3% a quota CHF 5 544 mln. Lo sviluppo solido deriva in parte anche dall’ottima integrazione di Nationale Suisse e Basilese Austria.

«In un contesto di mercato impegnativo Helvetia è riuscita a presentare una buona serie di dati per il primo semestre»: questo il commento soddisfatto sul solido andamento degli affari di Philipp Gmür, dal 1° settembre 2016 CEO del Gruppo Helvetia.

Il risultato IFRS di CHF 186,1 mln., che temporaneamente risente in grande misura degli effetti contabili delle acquisizioni, si è attestato a un livello del 15,0% superiore a quello del periodo di riferimento.

All’aumento degli utili ha contribuito il risultato Vita, che ha presentato un risultato operativo di CHF 88,4 mln. (+4,2% rispetto al primo semestre 2015). Determinante in questo senso è stato in particolare il miglior risultato legato agli interessi, favorito dall’abbassamento del tasso d’interesse minimo nel ramo Vita collettiva Svizzera. Le maggiori riserve supplementari conseguenti al contesto dei tassi d’interesse hanno avuto un impatto contrastante. A ciò si è aggiunto l’effetto fiscale positivo nell’anno in rassegna.

Il settore di attività Non-vita ha mostrato un andamento attuariale positivo, mentre gli investimenti di capitale hanno riportato un segno negativo. Il risultato Non-vita, infatti, è sceso del 4,5% a quota CHF 151,1 mln. nel primo semestre del 2016. Grazie alle sinergie già poste in essere sulla scia dall’integrazione di Nationale Suisse e Basilese Austria è stato possibile ridurre significativamente il tasso di costi. Il combined ratio netto è sceso dal 92,4% dell’anno precedente al 91,9%. Tutte le unità di mercato hanno riportato combined ratio inferiori al 100% e hanno lavorato in modo redditizio.

Oltre a questo il risultato del settore Altre attività ha visto un notevole miglioramento del 94,5%, passando da CHF –22,2 mln. a CHF –1,2 mln. Tale risultato si può ricondurre sostanzialmente a un miglior risultato tecnico della riassicurazione di gruppo, che nell’anno precedente scontava soprattutto gli effetti di un peggior andamento dei sinistri.

Per segmenti, sul mercato nazionale Svizzera il risultato operativo è salito del 2,2% a quota CHF 172,7 mln. In Europa il risultato ha visto un andamento stabile rispetto all’anno precedente (semestre 2016: CHF 52,9 mln.; semestre 2015: CHF 53,6 mln.), mentre nel segmento Specialty Markets il risultato operativo di CHF 20,1 mln. del primo semestre 2015 è sceso a CHF 14,1 mln. nel periodo in esame.

Nel primo semestre 2016 Helvetia ha registrato un volume d’affari a livello di gruppo di CHF 5 544,3 mln., corrispondente a una crescita del 3,4% in valuta originale rispetto all’anno precedente. Negli affari Vita Helvetia ha segnato, al netto degli effetti valutari, un aumento del 5,3% nel volume d’affari. Tra i motori di tale risultato vi è stata la vendita di prodotti di assicurazione sulla vita vincolati a partecipazioni, in crescita dell’8,4%. Gli affari Non-vita hanno visto salire i premi per un complessivo 1,0% in valuta originale, nonostante le ottimizzazioni di portafoglio in singoli paesi.

Per segmenti il settore di mercato Svizzera, solido pilastro del gruppo, ha segnato la maggior crescita di volume (CHF 163,5 mln., pari al +4,7%), benché in parte influenzata da fattori una tantum. Al netto degli effetti valutari, grazie a ottimizzazioni di portafoglio orientate al rendimento l’Europa ha segnato un volume d’affari leggermente inferiore (–1,1%). Nel segmento Specialty Markets Helvetia ha generato premi di CHF 37,3 mln. ovvero del 7,1% in valuta originale superiori rispetto all’anno precedente; volano del risultato è stata in particolare la riassicurazione attiva.

 

Il risultato corrente degli investimenti di capitale del gruppo si è attestato a quota CHF 523,3 mln., corrispondente a un aumento di CHF 20,1 mln. rispetto al primo semestre 2015. Il rendimento diretto degli investimenti non ha visto variazioni, restando a un 2,3% annualizzato. Le perdite da investimenti di capitale con effetti sull’utile hanno segnato un totale netto di CHF 57,6 mln. e sono ascrivibili quasi esclusivamente al comparto azionario. La volatilità e la debolezza dei mercati hanno fatto mantenere un elevato livello di copertura per le azioni.

Solida la posizione di capitale del gruppo: a fine 2015 la quota SST si attestava nella banda di oscillazione tra il 150 e il 200%. Nel primo semestre 2016 il patrimonio netto è salito da CHF 4 655,3 mln. (fine 2015) a CHF 4 842,7 mln. La rendita da patrimonio netto annualizzata basata sul risultato operativo ammonta al 9,4%.