Sorpresa: gli over 65 sono i conducenti con minore sinistrosità!

Il cliché dell’anziano con il cappello visto come pericolo al volante viene smontato da una recente indagine presentata dalla Fundación Línea Directa, che ha dimostrato che, nonostante i pregiudizi della società, i conducenti over 6 sono i più sicuri.

Tuttavia è anche vero che in questa fascia di età il verificarsi di un sinistro comporta un tasso di mortalità spesso più alto e lesioni più gravi.

Obbiettivo di questo studio è di analizzare come l’invecchiamento della popolazione possa incidere sulla sicurezza stradale. Infatti, secondo le statistiche, nel 2049, il 30% della popolazione spagnola (e non solo) supererà i 65 anni e di conseguenza le politica di sicurezza dovranno adattarsi alla nuova realtà.

 

Lo studio ’Over 65 al volante pericolo reale o mito sociale?’ ha smontato i grandi miti e i pregiudizi della società. Gli over 65 infatti dimostrano di avere 4 possibilità in meno della media di causare un sinistro. Le ragioni principali sono il rispetto del limite di velocità, la condotta non aggressiva, l’accettazione dei propri limiti (uditivi e visivi), cosa che li spinge a percorrere meno km e a guidare in condizioni migliori di visibilità.

Línea Directa ha anche analizzato i tipi di incidente in cui vengono coinvolti. Il sinistro tipico del conducente over 65 avviene nelle strade interurbane convenzionali, avviene di giorno (tra le 10 e le 14), su strade in salita o su incroci complessi e vede coinvolte persone che utilizzano auto più vecchie di 10 anni.