Generali, accordo di ricerca e sviluppo su telematica con Progressive

Il Gruppo Generali e The Progressive Group of Insurance Companies, tra i leader mondiali nel campo della telematica applicata all’assicurazione auto, hanno siglato un accordo di Ricerca e Sviluppo per rafforzare le rispettive competenze nell’ambito dei data analytics e potenziare l’offerta di prodotti.

Grazie a questa partnership, i due gruppi condivideranno le proprie conoscenze nel settore della telematica traendo beneficio dalle sinergie e dalla condivisione di competenze e obiettivi comuni. Forti delle esperienze di leadership maturate nei rispettivi mercati di riferimento, Generali e Progressive svilupperanno ulteriormente i loro sistemi di behavioral profiling al fine di disegnare prodotti telematici innovativi che premino gli automobilisti più attenti alla sicurezza, aiutandoli a migliorare il proprio stile di guida attraverso un sistema di feedback individuale.

“La partnership con Progressive consente a Generali di accelerare l’esecuzione della strategia legata alla Connected Insurance e all’advanced analytics”, ha spiegato Valter Trevisani, Chief Insurance Officer di Generali, “Unire le forze con Progressive, uno dei principali operatori del settore, ci permetterà di compiere un ulteriore passo avanti nell’offerta di soluzioni sempre più sofisticate e nello sviluppo di competenze di data analytics, utili a migliorare ancora la nostra performance tecnica”.

“Progressive è stato un pioniere nell’utilizzo della telematica nel mercato assicurativo Auto negli Stati Uniti”, ha commentato Pat Callahan, Personal Lines President di Progressive Insurance, “ed è costantemente impegnata ad apportare miglioramenti a questa tecnologia a beneficio dei clienti. I consumatori scelgono di aderire al nostro programma volontario Snapshot con sempre maggiore frequenza e sappiamo che i loro ‘comportamenti chiave’ alla guida – come le miglia effettivamente percorse, le frenate e gli orari di guida durante la giornata – offrono una capacità di previsione due volte superiore rispetto alle variabili tariffarie tradizionali, quali il profilo demografico del conducente e l’anno, la marca e il modello del veicolo assicurato. Collaborare a livello internazionale con Generali ci dà l’opportunità di allargare ulteriormente e approfondire la conoscenza dei nostri clienti per aiutare i guidatori più virtuosi a risparmiare ancora di più attraverso il nostro programma Snapshot”.

Nel 2011, in Italia, Generali ha introdotto la soluzione pay-how-you-drive con Genertel, la compagnia del Gruppo specializzata nei canali diretti. Recentemente Generali Italia ha arricchito la propria offerta prodotto con il lancio di Generali Sei in Auto con Stile, soluzione pay-how-you-drive che interagisce col guidatore grazie al Real Time Coaching, un sistema interattivo di educazione alla guida responsabile.

Generali ha più di un milione di polizze telematiche concentrate in Italia, da quelle basate sul chilometraggio a quelle basate sullo stile di guida, distribuite sia attraverso la rete agenziale che attraverso i canali diretti. A metà del 2015 Generali ha inoltre acquisito il pieno controllo di MyDrive Solutions, start-up inglese fondata nel 2010, tra gli operatori leader nell’utilizzo degli strumenti di data analytics per la profilazione degli stili di guida, con l’obiettivo di definire prodotti innovativi, tailor-made per i clienti, e tariffe vantaggiose per gli assicurati più virtuosi.