Art. 2051: danno cagionato dalle cose che ha in custodia

Art. 2051 c.c.
Ciascuno è responsabile del danno cagionato dalle cose che ha in custodia, salvo che provi il caso fortuito.

Di Lucio Berno

Ma quanto ci fa penare l’art. 2051 C.C.?

Per fortuna la giurisprudenza che più e più volte è stata chiamata a dare il proprio parere al senso dell’articolo calandolo nella realtà dei casi concreti ancora oggi ci aiuta.

E’ accaduto nuovamente ad Ascoli Piceno (n. 175/2016 depositata il 10 febbraio 2016) con sentenza del Tribunale con funzione di giudizio d’appello.

I fatti: in una giornata di forte vento e pioggia cade un ramo da un albero in una strada cittadina e danneggia l’auto dell’attore che in quel momento circolava in quella strada.

Il cittadino avanza le proprie pretese al Comune ritenendolo responsabile del danno il quale invece nega evidentemente ogni responsabilità e cosicchè si finisce davanti al Giudice di Pace, il quale effettivamente rigetta ogni pretesa del danneggiato ritenendo fondato il  “caso fortuito”  identificato nel forte vento manifestato nel giorno dell’evento.

Il probo cittadino però (o forse il suo legale) non si è ritenuto soddisfatto e presenta appello al Tribunale di Ascoli Piceno il quale effettivamente non condivide la conclusione del Giudice di Pace per almeno due diversi motivi di cui da conto:

1°) innanzitutto il vento di per se non è idoneo ad interrompere il nesso causale tra l’oggetto custodito (l’albero) ed il danno (l’auto) salvo che non si tratti di un evento eccezionalissimo.

2°) il vento (presunto caso fortuito) di fatto era stato ampiamente previsto dagli esperti due giorni prima ed era stato comunicato agli enti peraltro con l’avvertenza di adottare tutte le misure cautelative necessarie.

La sentenza tuttavia presenta un altro elemento di interesse costituito dal tema della legittimazione passiva del convenuto.

Il Comune (birichino), cercando con ogni mezzo l’esonero della propria responsabilità, sosteneva in giudizio (ma dimenticandosi di fornire adeguata prova) che in realtà la manutenzione del verde cittadino era stata affidata ad una società terza.

Ma …. Comune birichino …. Perché non hai chiamato in causa la Società incriminata?

Infatti così si è espresso il Tribunale … e il Comunque … dovrà pagare il danno….