Reale Group chiude il I semestre con un utile netto di utile 65,7 mln

La semestrale consolidata IAS/IFRS di Reale Group evidenzia un utile netto di 65,7 milioni di euro, un risultato decisamente positivo, pur in presenza della contrazione della redditività operativa del comparto Danni, già rilevata anche da buona parte del mercato assicurativo.

Lraccolta premi del lavoro diretto del Gruppo cresce dell’8,2% rispetto al primo semestre 2014, raggiungendo i 2.096 milioni di euro, con uno sviluppo della gestione Vita del 20,5% e una crescita della gestione Danni del 2,4%.

Il combined ratio di Reale Group, l’indicatore che rapporta gli oneri relativi ai sinistri e le spese di gestione ai premi, nel primo semestre 2015 si attesta al 96,8%; tale valore riflette un intensificarsi della sinistralità, che ha caratterizzato le gestioni Danni di tutte le società del Gruppo e, in misura minore, l’incremento dei costi conseguente agli investimenti per progetti strategici di sviluppo.

Il patrimonio netto di pertinenza di Reale Group, ammontante a 2.222,1 milioni di euro, significativamente in crescita rispetto al 30 giugno dell’esercizio precedente, per effetto dei risultati economici conseguiti nel 2014, conferma la solidità del Gruppo.

Infine, l’indice di solvibilità si attesta al 241%, rilevando un ulteriore miglioramento nel confronto con il semestre precedente.

Per quanto riguarda i risultati di Reale Mutua, si registra un utile civilistico netto pari a 48,6 milioni di euro, derivante in particolare dalla gestione Danni. L’utile della Società, calcolato secondo i principi contabili internazionali (IFRS), ammonta a 63,2 milioni di euro, in crescita rispetto al primo semestre 2014.

I premi del lavoro diretto presentano complessivamente un incremento del 7,7% e si attestano a 1.240 milioni di euro; in particolare, la raccolta del comparto Vita registra una variazione in aumento del 15,8% e il comparto Danni cresce del 2%, a fronte di una sostanziale stabilità della componente Auto e di uno sviluppo più sostenuto nella componente non Auto (+ 2,9%).

Il combined ratio dei rami Danni, continuando a esprimere una redditività tecnica soddisfacente, si attesta al 96,3%; su tale valore impattano l’incremento sia della sinistralità sia delle spese generali.

L’indice di solvibilità si conferma in linea con lo stesso periodo del 2014, raggiungendo il 461% in coerenza alle previsioni.

Passando ai risultati delle controllate, calcolati secondo gli IFRS, si evidenzia: per la compagnia Italiana Assicurazioni S.p.A. un utile di 12,5 milioni di euro, per la compagnia spagnola Reale Seguros Generales S.A. un utile di 16,4 milioni di euro, per Reale Immobili S.p.A., la principale società immobiliare del Gruppo, una perdita di 0,7 milioni di euro, per Banca Reale S.p.A. un utile di 1,6 milioni di euro, per Blue Assistance S.p.A., la società di servizi del Gruppo, una perdita di 0,4 milioni di euro.

«Reale Group ha chiuso il primo semestre 2015 con risultati ampiamente positivi e in linea con gli obiettivi di budget, continuando a rafforzare la propria solidità patrimoniale. Questi dati sono la testimonianza del costante sviluppo del Gruppo, nonostante un contesto economico difficile e una contrazione della redditività operativa e finanziaria, legata alla graduale inversione del ciclo auto di mercato e al perdurare di tassi di interesse particolarmente bassi» – dichiara Luca Filippone, Direttore Generale di Reale Mutua – «Nei primi sei mesi del 2015 abbiamo continuato a investire importanti risorse nei progetti strategici del Gruppo, connotati da caratteristiche di forte innovazione, che contribuiranno in modo importante a mantenere e rafforzare la competitività del Gruppo stesso sui suoi mercati e per le diverse aree di business. L’obiettivo è quello di accrescere il valore nei confronti dei nostri Soci/Assicurati e di garantire la continuità dei risultati e la sostenibilità futura del nostro Gruppo».