Reale Mutua: utile in forte crescita e miglioramento della redditività tecnica nel I semestre

Il Consiglio di Amministrazione della Società Reale Mutua di Assicurazioni  ha approvato i risultati della semestrale al 30 giugno 2014.

La semestrale consolidata IAS/IFRS del Gruppo Reale Mutua evidenzia un utile netto di 85,1 milioni di euro,con un incremento di 29,5 milioni di euro rispetto al 30 giugno 2013.

La raccolta premi del lavoro diretto del Gruppo cresce dell’8,2% rispetto al primo semestre 2013, raggiungendo i 1.936,7 milioni di euro, con uno sviluppo della gestione Vita del 35,8% e un decremento della gestione Danni dell’1,3%.

Il combined ratio di Gruppo nel primo semestre 2014, ovvero l’indicatore che rapporta gli oneri relativi ai sinistri e le spese di gestione ai premi, conferma sostanzialmente i risultati del primo semestre 2013 attestandosi al 92,1%; impatta su tale valore, da un lato, il miglioramento del rapporto sinistri a premi, che ha interessato tutte le società del Gruppo, e dall’altro lato, l’incremento dei costi, conseguente agli investimenti per progetti strategici di sviluppo.

Il patrimonio netto di pertinenza del Gruppo ammonta a 2.116,5 milioni di euro, in crescita rispetto alla chiusura dell’esercizio precedente, per effetto dei risultati sia tecnici sia finanziari.

Infine, la stima dell’indice di solvibilità di Gruppo si attesta al 228%, anch’essa in aumento nel confronto con il 31 dicembre 2013.

Per quanto riguarda i dati di Reale Mutua, l’utile civilistico netto è pari a 60 milioni di euro, per effetto di un utile di 11,7 milioni di euro per la sezione Vita e di 48,3 milioni di euro per la sezione Danni, grazie al buon andamento delle componenti sia tecniche sia finanziarie, nonostante una diminuzione dei dividendi delle partecipate. L’utile della Società, calcolato secondo i principi contabili internazionali (IFRS), ammonta a 59,8 milioni di euro.

I premi del lavoro diretto, che si attestano a 1.150,9 milioni di euro, crescono dell’11,6%; in particolare, la raccolta del comparto Vita registra una variazione in aumento del 32,2%, dato in linea con quello di mercato, e quella del comparto Danni si incrementa dello 0,5%, a fronte di una generale riduzione del settore nel totale nazionale, grazie soprattutto allo sviluppo della componente non Auto (+ 3%).

Il combined ratio dei rami Danni si attesta al 93,2%, pressoché stabile con il dato della semestrale 2013, e l’ indice di solvibilità al 459%.

Passando ai risultati delle controllate, calcolati secondo gli IFRS, si evidenzia: per la compagnia Italiana Assicurazioni S.p.A. un utile di 20,7 milioni di euro, in miglioramento rispetto ai 15,7 milioni di euro del 30 giugno 2013; per la compagnia spagnola Reale Seguros Generales S.A. un utile di 22,9 milioni di euro; per Reale Immobili S.p.A., la principale società immobiliare del Gruppo, un utile di 3,4 milioni di euro; perBanca Reale S.p.A. un utile di 3,1 milioni di euro; per Blue Assistance S.p.A., la società di servizi del Gruppo, una perdita di 0,3 milioni di euro.

«Il Gruppo Reale Mutua ha chiuso il primo semestre 2014 con risultati positivi e in crescita, migliori di quelli previsti nel budget, continuando a evidenziare un significativo recupero della parte tecnica e un rafforzamento della solvibilità, che si conferma ai livelli tra i più elevati del mercato. In assenza di eventi al momento non prevedibili, per il secondo semestre dell’esercizio stimiamo risultati ancora più soddisfacenti, anche per effetto di alcune operazioni di natura straordinaria» – dichiara Luigi Lana, Direttore Generale di Reale Mutua – «Prosegue il nostro impegno nel garantire, a beneficio dei nostri Soci/Assicurati, la continuità dei profitti anche negli anni futuri e, a tal fine, continuiamo a investire sia in progetti strategici, per rafforzare le nostre solide basi strutturali nel business assicurativo/finanziario, sia in campo immobiliare, con l’obiettivo di preservare e incrementare il valore dei prestigiosi cespiti di proprietà del nostro Gruppo.».