La semestrale di Amlin Europe colpita dalle richieste di risarcimento del settore property francese

Nella prima metà del 2013 i risultati di Amlin Europe sono stati colpiti dai notevoli danni registrati nel settore property in Francia.

La divisione europea della compagnia ha visto i premi lordi sottoscritti scendere a quota 377,4 milioni di sterline (nella prima metà del 2012 erano 398,3 milioni), che, secondo quanto affermato, riflette le riduzioni stimate fatte per le sottoscrizioni 2012, insieme alla decisione di ridurre materialmente la linea su un contratto marine significativo, che ha registrato il maggior numero di danni negli ultimi tre anni.

Il claim ratio è stato del 62%, colpito in particolare  da un vasto numero di danni nel settore property di Amlin France. Escludendo la Francia, il ratio sarebbe stato del 53%.

L’expense ratio per questa regione è stato del 35%, alto ma legato ad una strategia di business mirata ad espandere l’attività nei suoi mercati.

Il gruppo ha riportato un utile lordo pari a 161,4 milioni di sterline nel periodo (nella prima metà del 2012 erano 184.4 milioni di sterline) e premi lordi sottoscritti per un valore di 1.838,9 milioni di sterline (nella prima metà del 2012 era di 1.814.7 milioni di sterline).

Il ROE è stato del 9.3% (nella prima metà del 2012 era dell’11.9%), il combined ratio è peggiorato leggermente a 85% (nella prima metà del 2012 era del 84%), generando un profitto di sottoscrizione pari a 158.2 milioni di sterline (nella prima metà del 2012 era di 153.5 milioni di sterline).