Pensione di reversibilità, conta anche il reddito

Dario Ferrara
Conta anche il reddito per suddividere la pensione di reversibilità del de cuius fra le due vedove. Pesano le condizioni economiche del coniuge divorziato e di quello superstite, oltre che la durata dei rispettivi matrimoni con il dante causa, per stabilire la misura delle quote spettanti alle parti: accanto al criterio indicato dalla legge 898/70, infatti, devono essere considerati altri elementi sintomatici, individuati dalla giurisprudenza di legittimità e legati alla finalità solidaristica dell’istituto, compresa la stabile convivenza prima delle nozze. È quanto emerge dall’ordinanza 25369/22 della Cassazione, pubblicata il 25 agosto, che si pronuncia su di una vicenda già finita all’attenzione della Suprema corte.

CONTENUTO A PAGAMENTO
Il contenuto integrale di questo articolo è visualizzabile solo dagli abbonati aMENSILE Non sei abbonato?
Scopri i piani di abbonamento
Sei già abbonato? Effettua il login nel modulo sottostante
Hai dimenticato la Password?
Registrati

Dario Ferrara
Fonte: