Il monopattino, meglio del bus

di Filippo Merli
Un giro d’affari in monopattino. Con un aumento dei noleggi del 70%. Il trend dei mezzi elettrici, complici gli incentivi del governo, è in crescita in tutta Italia. È a Torino, però, che le aziende del settore hanno fatto registrare un incremento da record. Col monopattino che nel capoluogo piemontese si conferma il veicolo per eccellenza nella fase post pandemia.
In ogni angolo delle principali città, in seguito al lockdown, sono spuntati servizi di sharing per i monopattini. Sotto la Mole le imprese del comparto sono cinque. Una di queste è Dott. «Già a febbraio avevamo notato una crescita del 50% rispetto a dicembre», ha spiegato il responsabile della società, Davide Silvestri. «Durante il lockdown c’è stata una fisionomica decrescita sino all’80%, ma ora registriamo un aumento del 70%».
Il dl Rilancio prevede uno sconto del 60% sul prezzo d’acquisto per un valore massimo di 500 euro. Un bonus che ha contribuito al boom dei monopattini a discapito del trasporto pubblico, che in parte viene ancora trascurato per il timore di eventuali contagi. Se il mezzo a due ruote causa alcune perplessità sul fronte della sicurezza, gli atti vandalici ai danni dei mezzi a noleggio, che in alcuni casi avevano spinto le aziende internazionali a ritirarsi dal mercato italiano, sono drasticamente diminuiti.

«Le infrazioni riguardano soprattutto il primo periodo, quando i cittadini dovevano abituarsi alla novità e diversi mezzi venivano danneggiati durante la notte», ha detto al Corriere di Torino il manager della statunitense Helbiz, Luca Santambrogio.

«Il problema principale riguarda i parcheggi fuori dalla zona operativa, che in realtà fanno intendere la necessità di coprire un raggio più ampio della città», ha sottolineato il referente di Lime, Benjamin Bernathan. «Per questo vogliamo allargare il servizio in periferia».

L’emergenza Covid è destinata a rivoluzionare la mobilità. Anche nel capoluogo piemontese. L’amministrazione del sindaco M5s, Chiara Appendino, per incentivare la diffusione e regolamentare l’utilizzo di mezzi green realizzerà appositi parcheggi per bici e monopattini, convertendo una parte degli stalli dedicati alla sosta delle auto. I lavori inizieranno a fine agosto e procureranno 500 posti. «Il monopattino è uno strumento importante di nuova mobilità che si aggiunge alla bicicletta», ha ribadito Appendino.

«L’emergenza legata alla pandemia ci ha fatto vivere in maniera differente la città, modificando il modo in cui utilizziamo spazi e servizi pubblici», ha spiegato l’assessore comunale alla Mobilità, Maria Lapietra. «È necessario rivedere l’organizzazione della mobilità cittadina e favorire un diverso uso dello spazio pubblico collettivo»

Le aziende che si occupano del noleggio dei monopattini, nel frattempo, hanno chiesto al Comune di alzare la soglia del numero dei mezzi permessi a ogni compagnia, che a oggi è fermo a 500. La domanda, a Torino, continua a salire

© Riproduzione riservata

Fonte: