Ivass pubblica il regolamento Pog, in materia di requisiti di governo e controllo dei prodotti assicurativi

Protezione del consumatore già nella fase di ideazione e progettazione di tutti i prodotti assicurativi, vita e danni, inclusi gli Ibips. Le compagnie dovranno definire per ciascun prodotto il mercato di riferimento “positivo” -cioè a quale clientela quel prodotto è destinato e a quali bisogni ed esigenze risponde- e il mercato di riferimento “negativo”, ovvero a quale tipologia di clienti non deve essere proposto perché non adatto. La compagnia dovrà fornire al distributore tutte le informazioni rilevanti sul prodotto assicurativo e deve altresì controllare che sia collocato al mercato cui è destinato.

E’ quanto previsto dal regolamento sul governo e controllo dei prodotti assicurativi (regolamento Pog) sulla distribuzione dei prodotti di investimento assicurativo, cosiddetti Ibips, pubblicati dall’Ivass. Contestualmente Consob ha pubblicato il regolamento intermediari. Il nuovo quadro regolamentare è frutto di un lavoro di stretto coordinamento tra le due Autorità ed è finalizzato a rafforzare la protezione del consumatore e ad anticiparla già alla fase di ideazione del prodotto assicurativo. Le disposizioni Ivass entreranno in vigore il 31 marzo 2021.

Nei casi in cui è previsto che il venditore della polizza operi in regime di consulenza obbligatoria, questa dovrà essere gratuita per il cliente. L’obbligo di consulenza è escluso per il collocamento dei prodotti di investimento assicurativo “non complessi” cioè quei prodotti che non espongono il cliente al rischio di perdita del capitale investito.

Il set normativo è molto articolato e disciplina anche lo scambio di informazioni tra produttore e distributore, quando e a che condizioni è consentita la vendita di prodotti a clienti che non rientrano né nel mercato di riferimento positivo né in quello negativo (c.d. a ‘target grigio’), la valutazione delle esigenze e dei bisogni della clientela, gli incentivi per il distributore e così via.

Con questo pacchetto normativo l’Ivass ritiene di aver ulteriormente innalzato il livello di tutela a favore della clientela. Con queste norme si completa così l’aggiornamento delle regole sulla distribuzione dei prodotti assicurativi, avviato con il recepimento in Italia della direttiva europea in materia (Idd). Con i Regolamenti in pubblicazione, Ivass e Consob hanno disciplinato in modo unitario ed omogeneo la distribuzione dei prodotti di investimento assicurativo (Ibips: polizze vita rivalutabili di Ramo I collegate a gestioni separate; unit e index linked di ramo III; polizze di capitalizzazione di ramo V, prodotti multiramo, che combinano i precedenti) a prescindere dal canale di vendita – bancario, postale, assicurativo- utilizzato.

In passato, le norme delle due Autorità sui prodotti IBIPs non erano allineate (ad esempio, i prodotti multiramo erano vigilati da entrambe le autorità e assoggettati a regole diverse a seconda del canale di distribuzione) e questo generava prassi di mercato divergenti e sovrapposizioni tra le due Autorità. Il nuovo corpo normativo supera questo disallineamento e dà vita a una disciplina unitaria per canale e per prodotto.

La suddivisione dei poteri tra Ivass e Consob rimane collegata al canale di vendita degli Ibips. A Consob spetta la competenza di regolare e vigilare sulla distribuzione effettuata da banche, Poste e intermediari finanziari; a Ivass spetta la competenza di regolare e vigilare sulla distribuzione effettuata da compagnie, agenti, brokers e i loro collaboratori.

Il testo del regolamento.
La relazione.

Pubblicato anche il Provvedimento n. 97 del 4 agosto 2020,  recante modifiche e integrazioni ai Regolamenti ISVAP N.23/2008, N.24/2008 e ai Regolamenti IVASS N.38/2018, N.40/2018 e n.41/2018 (in vigore a partire dal 31.03.2021)

Pog