La resilienza di Allianz Perspektive

Il prodotto si appoggia al consolidamento giornaliero dei rendimenti per offrire performance attese allettanti

di Fausto Tenini e Alessandro Lazzari * (Assinews)

Allianz Perspektive è un prodotto di investimento assicurativo che prevede il pagamento di una rendita differita con partecipazione agli utili. In alternativa è possibile optare per la liquidazione del capitale maturato. Il prodotto è rivolto a coloro che prevedono di mantenere l’investimento per almeno 12 anni ed hanno una propensione al rischio bassa. Questa soluzione offre la garanzia di conservazione del capitale anche in caso di decesso prima che inizi la fase di rendita e la garanzia di corresponsione della rendita per l’intera vita dell’assicurato. La durata del contratto corrisponde al periodo compreso tra la data di decorrenza della polizza e la data concordata di inizio erogazione della rendita (periodo di differimento). La durata minima del periodo di differimento è di 10 anni mentre quella massima è di 67 anni. Il prodotto prevede una garanzia di conservazione del capitale (ovvero del premio versato al netto dei caricamenti) e il consolidamento giornaliero (durante la fase di accumulo) o annuale (durante la fase di rendita) della partecipazione agli utili. Quest’ultima avviene attraverso un meccanismo regolato dalla normativa tedesca in base alla quale gli utili maturati annualmente da Allianz Leben-AG vengono inizialmente attribuiti ai contraenti come collettività e poi suddivisi ai singoli contratti. La partecipazione agli utili include la partecipazione agli utili di gestione (che può anche risultare nulla) e alle riserve di valutazione. Mentre la partecipazione al terminal bonus viene attribuita solo al termine del periodo di differimento o in caso di riscatto parziale/totale o decesso dell’assicurato. Il contratto partecipa agli utili in base ai tassi prefissati (modificabili però da Allianz Leben-AG con effetto retroattivo) indicati alla sottoscrizione e in base ai tassi dichiarati annualmente da Allianz Leben-AG per gli anni successivi. La prestazione in caso di vita (in forma di rendita) prevede il pagamento di una rendita vitalizia, calcolata sulla base del capitale maturato e delle basi attuariali in vigore a tale data, e non potrà essere inferiore alla rendita minima garantita indicata alla sottoscrizione. In caso di decesso dell’assicurato prima che inizi la fase di rendita, Allianz Leben-AG liquiderà il capitale maturato fino a quel momento, mentre se il decesso avviene durante la fase di rendita la società liquiderà il capitale maturato all’inizio della fase di rendita meno le rate di rendita già saldate. In alternativa, alla data concordata di inizio erogazione della rendita si potrà optare per la liquidazione totale o parziale del capitale maturato. E’ possibile riscattare parzialmente o totalmente la polizza prima che inizi la fase di rendita ma non prima che sia trascorso 1 anno dalla decorrenza del tuo contratto. Il premio è determinato in funzione della rendita minima garantita che si vuol ricevere alla data concordata di inizio erogazione della rendita. I fattori di rischio utilizzati per la determinazione del premio sono la durata del periodo di differimento, l’ammontare della rendita e l’età dell’assicurato. Sono ammessi versamenti aggiuntivi a condizione che sia decorso un anno dalla decorrenza del contratto ed in ogni caso prima che inizi la fase di rendita. L’importo minimo del premio iniziale è di 20 mila euro mentre quello massimo è di 2,5 milioni di euro. Gli attivi del motore finanziario – che non ha la forma giuridica della classica gestione separata e sono gestiti da Allianz Leben AG – sono costituiti principalmente da prestiti, mutui, titoli a reddito fisso, azioni e investimenti immobiliari. Il Kid, sul periodo di detenzione raccomandato pari a 12 anni, evidenzia rendimenti attesi molto interessanti. Lo scenario peggiore segnala un utile medio atteso, già al netto dei costi, dello 0,45%, che si eleva ad un ottimo 2,41% annuo nello scenario moderato (3,55% in quello più ottimistico). (riproduzione riservata)

Clicca qui per la scheda completa