In India assicurazione sanitaria Covid-19 a prezzi accessibili

I piani di assicurazione sanitaria a breve termine sono stati specificamente progettati in India per coprire i costi dei trattamenti COVID-19 e sono destinati a incoraggiare un maggior numero di cittadini ad accedere a questa offerta sanitaria, afferma GlobalData.

Secondo il Global Banking and Payments Survey di GlobalData, l’adozione dell’assicurazione sanitaria privata in India è relativamente alta, con il 78% degli intervistati nel paese che ha indicato di avere un’assicurazione sanitaria privata nel 2019. L’assorbimento è più alto tra le persone di età compresa tra i 25 e i 54 anni, ma più basso tra quelle della fascia di età compresa tra i 18 e i 24 anni.

I primi piani di Corona Kavach sono stati resi disponibili nel luglio 2020, con l’obiettivo di fornire un’alternativa ad altre soluzioni di assicurazione sanitaria privata. I piani sono aperti agli adulti di età compresa tra i 18 e i 65 anni.

“I piani di Corona Kavach hanno attratto maggiormente gli adulti più giovani, data la loro accessibilità economica, insieme alla minore diffusione delle polizze sanitarie rispetto ad altre fasce della popolazione. Un vantaggio delle polizze Corona Kavach è la semplificazione, con l’IRDAI che impone che questi piani offrano caratteristiche, termini e condizioni uniformi tra i diversi assicuratori”, ha spiegato Beatriz Benito, Senior Insurance Analyst di GlobalData.

La durata della polizza è fissata a 3,5 mesi, 6,5 mesi o 9,5 mesi, compreso il periodo di mora di 15 giorni. I piani specifici COVID-19 coprono le spese di ricovero ospedaliero, le cure domiciliari e le spese di ambulanza, ma le richieste di risarcimento possono essere presentate solo dopo il test positivo per il coronavirus.

Benito conclude: “La sostenuta diffusione del virus, unita all’aumento del tasso di mortalità in India, continuerà a generare una domanda di prodotti di assicurazione sanitaria. La consapevolezza dei costi di trattamento relativi a COVID-19 contribuirà ulteriormente a una maggiore diffusione e incoraggerà i giovani adulti a stipulare per la prima volta una polizza di assicurazione sanitaria. Inoltre, si prevede che la pandemia influenzerà l’atteggiamento dei clienti nei confronti delle assicurazioni sanitarie private”.

Covid-19