Aegon taglia la cedola, utile netto I semestre in calo

Aegon ha dimezzato la cedola a seguito del calo del 67% dell’utile netto del primo semestre e ha ritirato la guidance annuale.

La società di assicurazioni e gestione patrimoniale olandese corrisponderà un dividendo di 6 centesimi di euro (0,07 usd) per l’intero anno, a fronte dei 15 centesimi dello stesso periodo di un anno prima.

L’utile netto del trimestre concluso al 30 giugno si è attestato a 202 milioni di euro, a fronte dei 616 milioni dello stesso trimestre di un anno prima e delle stime di 262 milioni degli analisti.

L’utile pretasse sottostante ammonta a 700 milioni di euro, a fronte degli 1,01 mld euro di un anno prima e delle stime di 753 mln euro degli analisti.

Il coefficiente Solvency II, una misura della sua solidità di bilancio, si è attestato al 195% al 30 giugno, rispetto al 197% del 30 giugno 2019.

La società ha ritirato le stime finanziarie relative al 2020 e al 2021 alla luce delle attuali incertezze del mercato.