Cattolica, in Borsa non basta Buffett

Il titolo torna al livelli precedenti all’ingresso di Berkshire nel capitale e fa peggio dei concorrenti. Pesano l’effetto spread e l’avvio lento della joint venture con Banco Bpm.
Chissà se Warren Buffett è ancora contento di aver acquistato il 9% di Cattolica Assicurazioni. L’arrivo di un ceo preparato e motivato come Alberto Minali, ex Generali, aveva convinto il guru della finanza americana a puntare un po’ di soldi sulla cooperativa assicurativa. Peccato che a quasi due anni da quell’acquisizione titolo sia ridisceso a poco sopra i livelli pre-Buffett.

Fonte:aflogo_mini