Azimut segna ricavi record e un utile di 171 milioni

Nella prima metà del 2019 Azimut ha conseguito il miglior risultato semestrale della storia del gruppo in termini di ricavi: 486 milioni, in crescita del 29% rispetto al primo semestre 2018. L’utile netto semestrale, +136% a 171 milioni, è stato invece il secondo migliore nella storia del gruppo. L’utile operativo consolidato è salito a 191,5 milioni rispetto ai 98,8 milioni dello stesso periodo 2018. Nel solo secondo trimestre 2019, i ricavi consolidati sono ammontati a 238 milioni (+23% rispetto al secondo trimestre 2018) e l’utile netto consolidato è stato di 80 milioni (+74% rispetto allo stesso periodo del precedente esercizio). Il patrimonio complessivo a fine giugno era di 55,9 miliardi (+10% da inizio anno). La raccolta netta da inizio anno ha raggiunto i 3,2 miliardi secondo la stima al 31 luglio, mentre a fine giugno era a quota 2,7 miliardi (+12% rispetto al primo semestre del 2018). Il totale delle masse gestite a fine giugno ha raggiunto i 43,5 miliardi (55,9 il dato comprensivo del risparmio amministrato e gestito da case terze direttamente collocato).
La posizione finanziaria netta consolidata a fine giugno risultava negativa per circa 75 milioni, in leggero aumento rispetto ai -31 milioni di fine dicembre 2018. Nel primo semestre del 2019 il gruppo ha registrato 90 nuovi ingressi di consulenti finanziari e private banker, portando il totale del gruppo Azimut a fine giugno a 1.790 unità. «I 300 milioni di utile netto che faremo quest`anno sono un punto di partenza su cui costruiremo la futura crescita del gruppo, che comunicheremo al mercato entro il primo semestre del 2020 attraverso il nuovo piano industriale quinquennale», ha commentato Pietro Giuliani, presidente di Azimut. «Centrale», ha aggiunto, «sarà il contributo dei consulenti finanziari, wealth manager e dei team di gestione globale, i quali hanno generato per i clienti una performance media ponderata netta del +6,9% da inizio anno. La crescita del patrimonio complessivo a circa 56 miliardi conferma l’apprezzamento delle soluzioni e dei servizi offerti dai nostri specialisti». (riproduzione riservata)

Fonte: logo_mf