Al fondo francese Tikehau una quota del 23,4% del broker Assiteca

di Anna Messia

Alla fine il presidente e fondatore di Assiteca, Luciano Lucca, ha scelto il partner da far entrare nel capitale. È Tikehau Capital, l’asset management francese, forte di asset in gestione di oltre 23 miliardi, che rileverà una quota di minoranza del primo broker assicurativo italiano quotato all’Aim. L’operazione, approvata ieri dal consiglio di amministrazione di Assiteca, prevede che Tikehau sottoscriva un aumento di capitale riservato di 25 milioni, corrispondente a una quota di minoranza del 23,43% del broker, ad un prezzo di 2,5 euro per azione, con il closing atteso entro la metà del novembre. «Abbiamo scelto Tikehau perché è un operatore europeo che conosce molto bene l’economia italiana», spiega Lucca. «Non saranno solo un partner finanziario ma collaboreremo con loro per sviluppare il nostro business». Negli ultimi mesi sono stati numerosi i pretendenti che si sono fatti avanti per entrare nel capitale di Assiteca, compresi i concorrenti internazionali come Aon o Marsh che per accaparrare la società sembravano pronte a mettere sul piatto una cifra considerevole. «Con l’operazione Tikehau abbiamo chiuso le operazioni sul capitale, non cercheremo altri investitori a meno che non si presentino occasioni di un’operazione carta contro carta», puntualizza Lucca a MF-Milano Finanza. La volontà di Assiteca, ribadita più volte da Lucca, è di continuare a crescere aggregando altre realtà. Solo la scorsa settimana è stata chiusa l’acquisizione dell’80% della milanese Assita spa (specializzata nel ramo Rc professionale) e altre acquisizioni, sempre in Italia, sarebbero già in cantiere. L’operazione con Tikehau, che tra i partner storici vanta anche Jean Pierre Mustrier prima che prendesse le redini di Unicredit, e nell’advisory board l’ex presidente del consiglio Enrico Letta, sarà utile ad Assiteca anche per crescere all’estero. Il gruppo di brokeraggio, che ha chiuso il
2018 con ricavi complessivi di 67,4 milioni e un utile netto di 4,6 milioni vanta già una presenza in Spagna. Ad aprile scorso ha poi costituito una nuova società di brokeraggio in Svizzera, con sede a Lugano, Assiteca Sa, di cui detiene il 52%, insieme a Nicola Roncoroni (40%) e Vittorio Massardi (per il restante 8%). Tra i nuovi mercati che il broker ha puntato c’è però anche la Francia e Tikehau potrà essere di sicuro un partner utile per facilitare lo sbarco di Assiteca nel Paese. L’asset manager in Francia ha tra l’altro già investito in una società di brokeraggio assicurativo, Filiassur e non tiene nascosto neppure il tuo interesse per l’Italia. È stato per esempio tra i sottoscrittori di Archimede, la prima spac delle polizze in Italia, che ha poi rilevato Net Insurance e a luglio scorso è entrato nel capitale di DoveVivo, una piattaforma di affitto per studenti. «L’operazione con il fondo francese ci consente di avvicinarci anche al nostro obiettivo di sbarcare sul listino principale di Piazza Affari», conclude Lucca, ricordando che il traguardo per la promozione al Mta è fissato per il 2022. In borsa ieri il titolo è balzato del 14,1% a quota 2,42 euro. (riproduzione riservata)

Fonte: logo_mf