Generali guarda a Sycomore Asset Management

Generali è interessata a Sycomore Asset Management. La compagnia assicurativa triestina sarebbe in trattative per acquistare la società di gestione con sede a Parigi per aumentare la sua offerta di fondi etici Esg (Environmental, Social and Govemance). Sycomore gestisce circa 8 miliardi di euro e sarebbe valutata oltre 200 milioni di curo. Un accordo potrebbe essere annunciato a settembre. Sycomore Asset Management è una boutique di investimento altamente specializzata e concentrata sulla finanza sostenibile. È stata fondata nel 2001 e la maggioranza del capitale è attualmente in mano ai soci fondatori e ai dipendenti.
Attualmente impiega 53 persone, di cui 20 gestori di fondi. La società ha registrato una rapida crescita organica nell’asset under management, soprattutto negli ultimi anni, grazie al proliferare degli investimenti Esg in Europa: gestiva circa 3 miliardi di euro alla fine del 2014, cifra poi lievitata a 8,1 miliardi di curo alla fine del 2017. I suoi fondi sono principalmente aperti e dedicati. Sycomore è dunque uno dei gestori di fondi Esg di maggior successo in Europa, tanto che recentemente ha attratto l’interesse di potenziali acquirenti, come la società di private equity Eurazeo. L’acquisizione di Sycomore sarebbe in linea con la strategia di Generali di crescere rilevando piccole realtà di asset management. La valutazione implicita (circa il 2,5% delle masse gestite) di Sycomore sembra inoltre piuttosto interessante agli occhi degli analisti. (riproduzione riservata)
Fonte: logo_mf