Generali, Citylife ancora in rosso

La società che sviluppa il progetto immobiliare milanese perde altri 10,8 milioni

Considerando i bilanci precedenti, il passivo totale ha raggiunto quota 160 milioni. Ma ormai risulta occupato il 90% degli appartamenti realizzati e a fine 2018 si dovrebbe vedere il primo utile
di Andrea Giacobino

I grattacieli di Assicurazioni Generali sono ancora tinti di rosso. Qualche giorno fa, infatti, Generali Italia nella sua qualità di socio unico ha deciso di rinviare a nuovo la perdita di 9,8 milioni di euro segnata nel bilancio 2017 di Citylife, presieduta da Aldo Mazzocco e guidata dall’amministratore delegato Alessandro Borghi.
Il rosso è poco inferiore a quello di 10,8 milioni di euro registrato nel corso dell’esercizio 2016, portando così il passivo riveniente da bilanci precedenti ad oltre 160 milioni. La relazione sulla gestione della società, che sta sviluppando l’ampio progetto immobiliare di riqualificazione del quartiere storico della ex fiera di Milano, sottolinea tuttavia che l’anno passato «ha evidenziato i migliori risultati di vendite residenziali degli appartamenti nelle residenze Hadid e Libeskind degli ultimi sei anni» e attualmente i clienti «occupano circa il 90% degli appartamenti realizzati».

Sempre nel 2017 è stata completata la realizzazione «shell and core» della Torre Hadid destinata ad accogliere gli uffici operativi del gruppo Generali . Il valore della produzione si è attestato a 105 milioni di euro rispetto ai 124 milioni del 2016 e include i ricavi dalle vendite e dagli affitti degli immobili e della realizzazione del centro commerciale per 78,4 milioni. Nel dettaglio, 35 milioni rappresentano il rogitato dalla vendita di 13 unità abitative, 5 milioni di euro sono i contratti di locazione firmati e 39 milioni di euro sono i riaddebiti a Generali Properties intestataria del centro commerciale.
A fronte di un patrimonio netto di 659 milioni, la posizione finanziaria netta è a debito per 150 milioni di euro e il capitale investito è di 809 milioni. Andrea Ciffo, chief financial officer di Citylife, ha spiegato nel corso dell’ultima assemblea degli azionisti che il bilancio 2018 dovrebbe essere quello del primo utile, considerato che Generali corrisponderà alla controllata l’intero prezzo della Torre Hadid nel corso dell’esercizio. (riproduzione riservata)

Fonte: logo_mf