Blackrock ed Elliott tra i protagonisti dello short

Settore finanziario preso di mira a Piazza Affari, come si evince dall’aggiornamento delle posizioni nette corte pubblicato dalla Consob per vedere che le percentuali di scommesse contro i titoli bancari sono importanti. Compaiono fra i soggetti che puntano contro colossi del risparmio gestito come l’americana Blackrock, che proprio vive in buona pare sull’azionario. Blackrock è anche il soggetto che avrebbe dovuto diventare azionista di Eurizon, la macchina dei fondi comuni del gruppo Intesa Sanpaolo . Per ora le trattative pare siano a un punto fermo. In cima alla classifica degli short si trova Azimut holding, con un totale aggregato di posizioni corte del 9,53%. E’ appunto quanto denuncia Pietro Giuliani, fondatore del gruppo indipendente del risparmio gestito, nell’intervista rilasciata a MF-Milano Finanza in edicola questa settimana.

Fra i vari fondi hedge che si posizionano contro il titolo Blackrock ha uno scoperto dell’1,07% aperta il 26 giugno. Dietro ad Azimut compare Bper col 7,56% di posizioni short rispetto al suo capitale. In questo caso spunta la mano del gruppo francese Exane Bnp Paribas, con uno 0,6%. Bper , fra l’altro, deve pubblicare i conti quest’oggi. Sul titolo gli analisti di Mediobanca Securities hanno espresso un giudizio neutral e un target price di 5,2 euro. Su Ubi c’è un 6,52% di posizioni aggregate short e qui ricompare Blackrock con lo 0,51% (l’istituto di credito lombardo ha pubblicato i dati venerdì scorso), mentre nel caso di Banco Bpm le posizioni nette corte complessive sono del 5,93%, sempre con la presenza del colosso americano Blackrock che detiene lo 0,64% di short sul titolo. Più contenuta la posizione scopertista sul Creval , che pubblicherà la trimestrale giovedì 9 agosto (Mediobanca ha espresso un giudizio sul titolo neutral, con prezzo obiettivo di 0,11 euro) e su UnipolSai (1,57%).

In quest’ultimo caso si mette in risalto il fondo attivista Elliott Capital Advisors, che è appena diventato il proprietario del Milan calcio ed è reduce dalla scalata su Telecom Italia . E, secondo quanto riportato dalla stampa degli ultimi giorni (si veda anche in questo caso MF-Milano Finanza in edicola), sta mirando a Mediobanca per mettere le mani tra l’altro sul ricco pacchetto del 13% di Generali in portafoglio a Piazzetta Cuccia. Elliott ha una posizione netta corta sulla società assicurativa pari allo 0,81%. Kairos Partners, invece, sgr milanese, scommette da sola su Erg per il 2,28% e su Falck Renewables per l’1,4%.

Fonte: logo_mf