Aegon: -46% l’utile netto al I semestre

Il gruppo olandese Aegon ha registrato una caduta del 46% dell’utile netto nel primo semestre, principalmente a causa della flessione nelle vendite delle sue attività irlandesi e degli investimenti.

L’utile netto, quasi dimezzato, è sceso a 491 milioni di euro contro i 907 milioni dell’anno precedente nello stesso periodo. Una cifra appesantita dai costi del programma di ristrutturazione di Aegon.

“Queste azioni ridurranno significativamente le nostre spese, genereranno profitti e miglioreranno l’esperienza del cliente” ha dichiarato Alex Wynaendts, direttore esecutivo del gruppo.

Il rendimento del capitale proprio (Roe) è aumentato di 120 punti base al 9,2%. Il rapporto Solvency II è aumentato di 14 punti al 215%.

Aegon ha anche indicato un aumento del dividendo provvisorio di 14 centesimi per azione.  Aegon ha annunciato la vendita delle sue attività nella Repubblica Ceca e in Slovacchia alla compagnia assicurativa olandese NN Group, per un importo totale di 155 milioni di euro. La vendita, che dovrebbe essere completata all’inizio del 2019, fa parte del piano del gruppo di concentrare le sue risorse sui suoi mercati principali.