Berkshire Hathaway diventa principale azionista Bank of America

Berkshire Hathaway è diventata ufficialmente il principale azionista di Bank of America, tramite l’esercizio di warrant per l’acquisto di 700 milioni delle azioni dell’istituto bancario a prezzi inferiori a quelli di mercato.

Grazie alle quote detenute in Bank of America e Wells Fargo, la società di investimento diventa così proprietaria di maggioranza della seconda e della terza banca degli Stati Uniti.

L’esercizio dei warrant, assieme ai dividendi che la compagnia ha ricevuto sulle azioni privilegiate di Bank of America, porta i guadagni sugli investimenti nella banca a circa 13 miliardi di dollari.

Berkshire ha acquistato le azioni privilegiate nel 2011, periodo in cui l’istituto era spinto dal bisogno di riguadagnare la fiducia dei propri investitori.

Il deal da 5 milioni di dollari includeva anche warrant per l’acquisto di 700 milioni di azioni ordinarie di Bank of America a 7,14 dollari ciascuna.

All’epoca lo strike price era leggermente superiore a quello al quale il titolo di Bank of America stava trattando.

Per l’istituto bancario i termini dell’investimento iniziale erano onerosi. Le azioni privilegiate avevano aiutato a ripagare il 6% del dividendo annuale, l’equivalente di 300 milioni di dollari all’anno.

All’inizio dell’anno Buffett aveva dichiarato che Berkshire avrebbe scambiato il titolo solo qualora la banca fosse riuscita ad aumentare il dividendo a 44 centesimi.

Fonte: MF Dow Jones