Allianz cresce in Italia

315

E punta all’Uk in jv con Liverpool Victoria
Allianz Italia ha chiuso il primo semestre con un utile operativo in crescita del 7,8% su base annua a 661 milioni di euro. I premi totali sono aumentati del 5,3% a 7,8 miliardi. L’andamento favorevole della raccolta è dovuto al ramo vita (+8,5%) e al miglioramento del comparto danni, passato da -3,1% del primo trimestre a -1,9%.

Il combined ratio è sceso all’83,4%.

«I risultati positivi confermano la solidità della nostra strategia di sviluppo in Italia, che vede al centro la nostra rete agenziale, in grado di offrire una customer experience di primissimo livello ai nostri clienti», ha osservato l’a.d. Klaus-Peter Roehler. «Abbiamo investito in questi anni in modo determinato e con successo sulla trasformazione della nostra rete agenziale e sullo sviluppo di un distintivo ecosistema digitale, che ci dà un vantaggio competitivo nell’arena della connected insurance».

A livello globale la compagnia tedesca ha conseguito nel secondo trimestre ricavi pari a 30 miliardi di euro, in crescita del 2% su base annua: un risultato trainato dai rami vita e salute. L’utile operativo è salito del 22,9% a 2,9 miliardi, grazie soprattutto a danni e infortuni. L’utile netto è aumentato dell’83,4% a 2 mld e l’utile per azione è ammontato a 4,45 euro rispetto alla perdita precedente di 2,39 euro.

Nel semestre l’utile operativo è cresciuto del 15,7% a 5,9 miliardi, e il risultato netto del 17,9% a 3,8 mld. L’asset management ha visto un aumento del 19,5% a 700 milioni. Per l’intero anno è atteso un utile operativo di 10,8 mld.

Intanto Allianz ha siglato una joint venture con Liverpool Victoria per il mercato britannico. Il colosso bavarese potrà così rafforzarsi Oltremanica, dove i ricavi annuali sono superiori al miliardo di sterline (1,1 mld euro).

© Riproduzione riservata

Fonte:

SHARE