Cambia la disciplina dei contratti leasing. Cambieranno le assicurazioni?

di Lucio Berno

La commissione industria del Senato (nel ddl concorrenza)  ha dato via libera al nuovo contratto di leasing che quindi cessa di essere annoverato tra i cosiddetti contratti atipici.

Si tratta di un emendamento passato in Commissione e conseguenza dell’accordo fra Ministero dell’Economia dello Sviluppo economico e della Giustizia teso a fare chiarezza sui doveri del concedente e dell’utilizzatore del bene in locazione finanziaria.

L’emendamento definisce espressamente la locazione finanziaria come il contratto mediante il quale la banca o l’intermediario finanziario iscritto nell’albo si obbliga ad acquistare o a far costruire un bene su scelta e indicazioni dell’utilizzatore, che ne assume tutti i rischi (anche di perimento), e lo fa mettere a disposizione per un dato tempo verso un corrispettivo che tiene conto del prezzo di acquisto o di costruzione e della durata del contratto.

Alla scadenza del contratto, l’utilizzatore ha il diritto di acquistare la proprietà del bene a un prezzo fissato ovvero, “in caso di mancato esercizio del diritto, l’obbligo di restituirlo”.

Grave inadempienza dell’utilizzatore (fatta eccezione per il leasing prima casa, per il quale valgono le garanzie fissate per legge) si considera il mancato pagamento di sei canoni mensili (o due trimestrali) anche se non consecutivi (ovvero un importo equivalente se si tratta di leasing immobiliari, o ancora quattro canoni mensili o importo equivalente per gli altri contratti di locazione finanziaria.

Nel nuovo contratto tipico sono previsti anche altri elementi che prevedono (ad esempio) che in caso di risoluzione per inadempimento, il concedente abbia diritto alla restituzione del bene. E’ tenuto, però, a corrispondere all’utilizzatore quanto ricavato dalla vendita (o dalla ricollocazione), effettuata ai valori di mercato, frutto delle pubbliche rilevazioni elaborate da soggetti specializzati, ovvero laddove non sia possibile, sulla base di una stima “effettuata da un perito scelto dalle parti di comune accordo.

Ora aspettiamo di verificare cosa faranno gli assicuratori in tema di assicurazioni leasing … Saranno pronti?