In pubblica consultazione lo schema di Provvedimento sui controlli interni e gestione dei rischi

L’ISVAP ha posto in pubblica consultazione lo schema di Provvedimento 50/2012 a modifica del Regolamento n. 20  del 26 marzo 2008 in materia di controlli interni,  gestione dei rischi, compliance ed  esternalizzazione delle attività delle imprese di assicurazione. 
Eventuali osservazioni, commenti e proposte possono essere inviate all’Autorità entro il 21  settembre 2012 al seguente indirizzo di posta elettronica: modificheregolamento20@isvap.it

Tenuto conto di quanto previsto dall’Insurance Core Principle  n. 7 della IAIS, relativo ai principi di “corporate governance”, sono state integrate le disposizioni di cui al Capo II – Sezione II “Ruolo degli organi sociali” e al Capo VII – “Obblighi di comunicazione all’Isvap” del Regolamento ISVAP n. 20 del 26 marzo 2008, al fine di prevedere: 
a. ulteriori e specifici compiti in capo all’Organo amministrativo, soprattutto in materia di deleghe, formazione e self assessment; 
b. la predisposizione di una informativa periodica  estesa ad aspetti di governo  societario.

Le disposizioni di cui alla lettera a) sono volte a migliorare, nell’ambito dei compiti di indirizzo  strategico e organizzativo dell’Organo amministrativo di cui all’art. 2381 del codice civile,  l’efficienza del processo gestionale, nonché la valutazione dell’adeguatezza dell’assetto  organizzativo dell’impresa. 

Le previsioni di cui alla lettera b) consentiranno un’interazione più trasparente ed efficace tra  impresa e supervisore, in linea con i principi sanciti dal richiamato ICP nonché con le  disposizioni della Direttiva Solvency II.

L’informativa che verrà richiesta consentirà al supervisore di avere una visione più ampia del  sistema dei controlli interni e di gestione dei rischi dell’impresa, includendo a tal fine aspetti di governo societario e, al contempo, rappresenterà per l’organo amministrativo della compagnia un’ulteriore occasione per la valutazione del proprio sistema di governance. 

Tale integrazione informativa riguarderà, in particolare, la composizione e il funzionamento dell’organo amministrativo e dei suoi comitati, i criteri alla base delle scelte operate, nonché le misure intraprese per monitorare gli interessi degli amministratori nelle operazioni della società sulle quali è chiamato a decidere, le operazioni con parti correlate ed in generale i conflitti di interesse.

L’informativa richiesta dovrà essere fornita dalle  imprese di assicurazione nel rispetto del principio di proporzionalità tenendo conto delle dimensioni e della natura delle attività svolte.

I suddetti principi sono stati recepiti mediante l’integrazione dell’art. 5 comma 2 (Organo amministrativo) e dell’articolo 28 (Documentazione all’Isvap) del Regolamento ISVAP n. 20 del 26 marzo 2008.

La richiesta di un’informativa periodica sulla governance anticipa di fatto quanto verrà  richiesto dalla Direttiva  Solvency II (l’art. 51, punto 1 lett b chiede, infatti, alle imprese la  pubblicazione di una relazione annuale sulla solvibilità e condizione finanziaria che includa  una descrizione del sistema di governance e una valutazione della sua adeguatezza rispetto  al profilo di rischio delle imprese). 

Inoltre, l’informativa periodica sul governo societario è attualmente già prevista  nell’ordinamento nazionale per le società quotate (TUF, art 123 bis).