Munich Re torna alla redditività nel secondo trimestre

Dopo un sofferto primo trimestre a causa di una eccezionale sinistrosità dovuta alle catastrofi naturali, Munich Re riprende fiato nel secondo trimestre e rientra nella zona profitto, registrando un utile di  € 738mln contro i 709mln dello stesso periodo 2010.

Per il primo semestre, comunque, Munich Re registra una perdita consolidata di € 210 milioni, a fronte di un utile di € 1.194 mln nello stesso periodo dello scorso anno. 

Da gennaio a giugno, il Gruppo ha registrato un risultato operativo negativo per – € 437mln. Nel secondo trimestre, il risultato operativo è stato pari ai € 947mln.
Rispetto a fine 2010, il patrimonio è sceso del 11,8% a € 20.3 mld.

I premi lordi sono aumentati del 10,3% a € 24.9 mld, con € 12 mld attribuibili al secondo trimestre.

Nell’assicurazione primaria, il risultato operativo del primo semestre sale a € 639 mln (627mln nel 2010), di cui € 466 milioni nel secondo trimestre. 

Il gruppo assicurativo ERGO ha conseguito un risultato consolidato di € 178mln.
Nel primo semestre, il combined ratio per il ramo property-casualty è stato pari al 96,5%. 
I premi lordi in tutte le linee sono aumentati leggermente, dello 0,9% a € 8.95 mld nel primo semestre, con € 4.17 mld nel secondo trimestre.

Nella riassicurazione l’utile trimestrale è stato pari a € 551 mln. Il risultato operativo semestrale è sceso a – € 679 mln, di cui € 578 mln nel secondo. Il combined ratio è stato del 133,1% nel primo semestre e 99,6% nel secondo trimestre.

Complessivamente, le perdite da catastrofi naturali sono state pari a circa € 3.358 mln nel primo semestre e € contro i 449 nel periodo da aprile a giugno.
Il terremoto che ha colpito il Giappone l’11 marzo e il conseguente tsunami costituiscono la più grande catastrofe naturale per Munich Re dopo l’uragano Katrina del 2005. Secondo i dati ancora provvisori, Munich Re anticipa
una perdita di € 1,5 miliardi dopo la retrocessione e il trasferimento del rischio al mercato dei capitali. Le perdite a carico di Munich Re derivano principalmente dalle coperture commerciali. La stima è ancora soggetto a notevoli incertezze, soprattutto per l’entità della devastazione e le difficoltà connesse in liquidazione sinistri.

La raccolta premi è cresciuta del 15,2% nei primi sei mesi a € 13.3 mld, di cui € 6,4 miliardi nel secondo trimestre.

Munich Health ha generato un risultato operativo di € 65 mln, in crescita dell’8,3%.
Il combined ratio è stato del 99,7%  per il periodo da gennaio a giugno 2011 e 99,6%  per aprile a giugno. I premi sono cresciuti del 18,8% a € 3.036 mln  nel primo semestre.

Il Gruppo tedesco prevede che il volume di premi lordi per l’esercizio in corso nel segmento di riassicurazione sarà di circa € 26 miliardi. In totale, le previsioni di raccolta sono di 48-50 mld. Il combined ratio previsto dovrebbe stabilirsi intorno al 97% per la riassicurazione e al 95% per l’assicurazione primaria.