Rassegna Stampa assicurativa 20 luglio 2022

Selezione di notizie assicurative da quotidiani nazionali ed internazionali

 

logo_mf

Intesa Sanpaolo Vita e Reale Group hanno deciso di creare una joint venture per offrire prestazioni sanitarie e assistenziali agli assicurati del gruppo Intesa. L’accordo prevede il conferimento di un ramo d’azienda di Blue Assistance, società di servizi di Reale Group, specializzata nell’assistenza sanitaria, alla nuova società InSalute Servizi, costituita all’interno della divisione insurance di Intesa Sanpaolo, dedicata appunto alla gestione dei sinistri e allo sviluppo di un network di strutture sanitarie convenzionate.
C’è stato l’intento di voler costringere, accorciando la distanza fra le posizioni belligeranti nel capitale delle Generali, i fronti capitanati da Mediobanca da una parte e Caltagirone dall’altra, ad aprire la stagione del dialogo dopo l’aspro scontro nell’assemblea d’aprile. Sia per il bene della compagnia assicurativa, che con 60 miliardi è tra i maggiori detentori di titoli del debito pubblico italiano e gestisce circa 700 miliardi di asset, nazionali ed esteri, sia per il bene del proprio portafoglio, visto che un’elevata conflittualità nella governance non aiuta lo sviluppo di un gruppo e il relativo andamento del titolo in borsa.
Ardian ha venduto ad Apax la maggioranza di Opteven, compagnia di assicurazioni specializzata in coperture per guasti meccanici, contratti di manutenzione e assistenza stradale.
Zurich Italia fa il suo ingresso nel mondo della consulenza finanziaria e annuncia l’ottenimento da parte di Zurich Bank dell’autorizzazione allo svolgimento dell’attività bancaria e dei servizi di investimento rilasciata dalla Banca Centrale Europea.
Le Assicurazioni Generali procedono nel ridisegno del polo dell’agrifood (si veda MF del 3 giugno) sotto Genagricola, la controllata da 45 milioni di fatturato annuo che si occupa del business agricolo del Leone, guidata da Igor Boccardo e presieduta dal nuovo ceo di Generali Italia, Giancarlo Fancel.
  • A2A sigla accordo per polizza Esg
A2A, Generali Global Corporate and Commercial (GC&C) e Aon hanno siglato un accordo per la creazione di una soluzione assicurativa di responsabilità civile e generale legata al raggiungimento di cinque obiettivi di sostenibilità – che riguardano la salute e la sicurezza sul lavoro – e costruita attorno al «fattore Social» dei criteri Esg (Environmental, Social, Governance). Nel dettaglio, attraverso questa partnership Generali GC&C fornirà supporto ad A2A nella gestione ottimale del rischio. Con il contributo di Aon, che ha collaborato alla definizione degli indicatori e dei meccanismi assicurativi correlati al raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità, Generali GC&C Italia e A2A hanno infatti selezionato alcuni Kpi.

C’è un elemento nuovo, che unisce l’Europa continentale e mediterranea: la siccità. Oltre all’Italia, ha colpito pesantemente Spagna, Portogallo, Romania e Francia. E ora anche Germania, Ungheria, Slovenia e Croazia. È quanto emerge dai dati dell’European Drought Observatory (EDO), che confermano una situazione di grave emergenza per l’agricoltura. In Italia, secondo l’osservatorio Anbi sulle risorse idriche, la crescente sofferenza dei laghi ben rappresenta la condizione di territori ormai vicini al collasso idrico.

corsera

  • Zurich Italia ottiene l’autorizzazione all’attività bancaria
Zurich Italia fa il suo ingresso nel mondo della consulenza finanziaria con l’ottenimento, da parte di Zurich Bank, dell’autorizzazione allo svolgimento dell’attività bancaria e dei servizi di investimento, rilasciata dalla Bce. La decisione di Francoforte, nell’ambito di un procedimento autorizzativo svolto dalla Banca d’Italia, si inquadra nel processo di acquisizione del ramo d’azienda dei Consulenti Finanziari di Deutsche Bank Financial Advisors da parte di Zurich nell’agosto 2021. La società sarà operativa in seguito al perfezionamento dell’operazione di acquisizione del ramo, che avverrà dopo l’estate, e alla trasmissione delle comunicazioni di avvio alle Autorità di Vigilanza.

Repubblica_logo

  • Bloccati treni e strade l’Italia assediata dall’emergenza incendi
Nelle ultime ore le fiamme hanno diviso l’Italia a metà con tutti i treni prima bloccati e poi rallentati tra Roma e Firenze. Un altro dei tanti maxi roghi di ieri, sul Carso, ha costretto invece a chiudere alcuni tratti dell’autostrada A4 e a fermare tutte le carrozze in viaggio per Trieste. Una città andata in blackout, insieme a Muggia e ai Comuni limitrofi, con interruzioni a singhiozzo della corrente elettrica.
  • Milleri. “Sulle orme di Del Vecchio voglio rilanciare le partecipazioni”
Nessun colpo di scena, nessun cambio di rotta. La nuova EssilorLuxottica a trazione Francesco Milleri, dopo la morte di Leonardo Del Vecchio, è esattamente come quella consegnata dal fondatore al neo presidente e ad del colosso degli occhiali, nonché presidente della holding della famiglia Delfin: «Le basi del futuro sono già tracciate negli ultimi otto anni», ha spiegato l’erede manageriale di Del Vecchio alla sua prima uscita pubblica. Nell’industria, certo; ma anche nelle partecipazioni finanziarie, da Mediobanca e Generali.

  • Risponde il proprietario dei danni per i lavori in casa
  • Assicurazioni, inflazione, guerra e sfida del digitale
  • Servono benefit sempre più ritagliati su misura
  • I primi rischi legati alle persone? Sicurezza informatica e privacy

Handelsblatt

 

  • Ecco le tre cause di sinistro più costose per gli assicuratori
Negli ultimi cinque anni, gli incendi e le catastrofi naturali hanno causato le maggiori perdite assicurative per le aziende di tutto il mondo e probabilmente continueranno a essere cause di perdita significative anche in futuro. Inoltre, la lavorazione e la manutenzione difettosa dei prodotti hanno causato perdite elevate. Questo è il risultato di un’analisi della controllata di Allianz AGCS. Ha esaminato più di 530.000 sinistri in tutto il mondo dal 2017 al 2021 per un valore totale di 88,7 miliardi di euro. Lo studio mostra che le tre cause più importanti rappresentano quasi la metà dell’importo totale delle perdite. Nel caso di incendi ed esplosioni, l’ammontare dei danni assicurati nel periodo in esame è stato di oltre 18 miliardi di euro. I disastri naturali sono costati 13,7 miliardi di euro.