Italia prima in Europa per attacchi malware

L’Italia è prima in Europa per attacchi ransomware e malware. I settori in ordine più colpiti dai cybercriminali in Italia sono stati: Pa, sanità, tech, manifatturiero e banking. E’ quanto emerge dall’ultimo report di Trend Micro, specialista delle soluzioni di cybersecurity.

Nel dettaglio, a maggio il numero totale di ransomware intercettati in tutto il mondo è stato di 1.336.000. L’Italia è il Paese più colpito in Europa e il sesto al mondo con una percentuale di attacchi subiti del 4,44%. Le prime posizioni di questa classifica vedono Stati Uniti (19,82%), Turchia (12,13%), Giappone (5,81%), Taiwan (5,73%) e India (5,71%).

Per quanto riguarda i malware, l’Italia invece è prima in Europa e quinta al mondo per numero di attacchi intercettati (17.396.690) preceduta da Giappone (127.120.942), Stati Uniti (77.384.579), India (24.534.066), Brasile (22.617.407).

Fonte: Corcom