Cessione bonus al test diligenza

LA LEGGE DI CONVERSIONE DEL DL 50/22 SCIOGLIE SOLO ALCUNI VINCOLI ALLA COMPRAVENDITA DI CREDITI
di Giuliano Mandolesi
Cessione bonus edilizi, si cambia ancora: le banche potranno sempre cedere i crediti acquisiti a imprese e professionisti. La novità ha effetto retroattivo essendo applicabile, nel rispetto del numero massimo di trasferimenti stabilito dalla normativa antifrode, a tutti i tax credit finora compravenduti e comunicati all’Agenzia delle entrate a partire dal 1° maggio scorso. Sebbene la disposizione porti un effetto benefico al mercato dei crediti attualmente ingolfato, le verifiche sulla specifica diligenza richieste dall’Agenzia ai cessionari dei bonus rischiano però di tarpare le ali anche a questa nuova forma di cessione. È una delle principali novità in materia di cessione dei crediti da bonus edilizi introdotta da un emendamento approvato al decreto aiuti (il dl 50/2022), la cui legge di conversione è stata approvata giovedì scorso in senato.
CONTENUTO A PAGAMENTO
Il contenuto integrale di questo articolo è visualizzabile solo dagli abbonati aMENSILE Non sei abbonato?
Scopri i piani di abbonamento
Sei già abbonato? Effettua il login nel modulo sottostante

Hai dimenticato la Password?
Registrati

Fonte:
logoitalia oggi7