Atradius: export metalmeccanico cresce del +18,3% ma avanza l’incertezza dei mercati

Con un aumento delle esportazioni del +18,3% nel primo trimestre dell’anno, il settore metalmeccanico nazionale ha mostrato la vitalità che lo caratterizza. Il rischio maggiore per la nostra industria in questo periodo è ovviamente rappresentato dalle incertezze del quadro geopolitico internazionale, che dall’inizio delle tensioni ha visto un calo di oltre il -60% del nostro export metalmeccanico verso la Federazione Russia rispetto a un anno fa.

La forza e la considerazione dell’industria metalmeccanica italiana sui mercati internazionali rimangono comunque integre, in particolare nei confronti dei paesi UE, che nel primo trimestre hanno assorbito una quota del nostro export in crescita del +20,4%, e verso gli USA dove le esportazioni italiane di prodotti metalmeccanici sono aumentate del +32,2%.

Le incertezze intorno agli esiti delle tensioni geopolitiche, oltre all’aumento dei prezzi dell’energia e delle materie prime, fanno crescere però i rischi di mercato per uno dei settori trainanti della nostra economia, sottolinea Atradius un una nota, citando un sondaggio di Federmeccanica indica che il 60% delle aziende prevede una contrazione della produzione a causa del conflitto ucraino e il 4% si aspetta perfino di doverla interrompere.

Il rischio di ritardato pagamento e di insolvenza da parte di clienti che soffrono le attuali contingenze avverse, può ridurre il potenziale di crescita delle realtà produttive di questo comparto.

In questo contesto, la compagnia specializzata nel settore del credito propone Modula MECH, la polizza specifica per le aziende metalmeccaniche che offre una copertura assicurativa fino al 90% del fatturato a credito dell’azienda, sia sul mercato domestico che all’export, consentendo di poter richiedere anche la copertura del rischio pre-credito o di lavorazione, degli importi trattenuti in garanzia dal cliente per la soddisfacente esecuzione del contratto, oltre alla possibilità di esclusione delle coperture insufficienti.

La polizza comprende la valutazione gratuita del merito creditizio dei clienti esteri senza limiti, per il primo anno di polizza; il mantenimento della copertura dei contratti stipulati e degli ordini confermati in caso di riduzione o revoca dei limiti di credito, oltre alla possibilità di determinare autonomamente un limite di credito sulla base della propria esperienza commerciale pregressa con il proprio cliente, o di gestire in maniera autonoma e immediata la prima fornitura a nuovi clienti con cui non ci siano stati precedenti rapporti d’affari, con un limite di credito provvisorio fino a 15 mila euro. Modula MECH prevede clausole specifiche intese a offrire copertura delle vendite di utensili necessari alla produzione.