No all’azione diretta del trasportato in presenza di un solo veicolo

L’ordinanza del 13 gennaio 2021 n. 414 della Corte di Cassazione conferma la giurisprudenza sull’azione diretta del trasportato

Si registra una conferma sull’orientamento della giurisprudenza che nega la possibilità al trasportato di agire direttamente contro l’assicurazione del veicolo a bordo del quale si trova quando non vi sia il coinvolgimento di altri veicoli nel sinistro.

IL CASO

Tizia sta scendendo dalla vettura nella quale era trasportata. Il conducente del veicolo, pensando che Tizia fosse già uscita dall’abitacolo libera il pedale del freno ed il veicolo, a guida automatica, riparte con lieve sobbalzo che fa perdere il controllo a Tizia la quale scivola e cade a terra.

Tizia evoca in causa il proprietario del veicolo e la di lui assicurazione ai sensi dell’art. 141 cod. ass.; il Tribunale di Palermo condanna entrambi i convenuti al pagamento della somma complessiva di € 81.216, somma che deve essere restituita da Tizia a favore della compagnia assicuratrice in forza della riforma integrale della sentenza a seguito di appello promosso da quest’ultima.

Tizia ricorre per la cassazione della sentenza con quattro motivi d’appello.

LA SOLUZIONE

trasportato

CONTENUTO A PAGAMENTO
Il contenuto integrale di questo articolo è visualizzabile solo dagli abbonati aMENSILE Non sei abbonato?
Scopri i piani di abbonamento
Sei già abbonato? Effettua il login nel modulo sottostante
Hai dimenticato la Password?
Registrati

© Riproduzione riservata