Munich Re: utile II trimestre superiore alle aspettative

Munich Re: i costi dovuti a grandi danni sono risultati sotto la media per il secondo trimestre del 2021

Per il secondo trimestre del 2021, Munich Re ha annunciato in via preliminare un utile netto di 1,1 miliardi di euro, in crescita rispetto al consensus di 808 milioni di euro e superiore anche del 90% rispetto ai 579 milioni di euro registrati nel Q2 dell’anno precedente.

Durante il trimestre, la spesa per i grandi sinistri del riassicuratore nel settore P&C è stata inferiore alla media, soprattutto a causa delle perdite nat cat comparativamente inferiori. Inoltre, nel settore P&C, Munich Re osserva che le perdite legate a COVID-19 sono state in linea con le aspettative per il 2° trimestre 2021.

Munich Re

Tuttavia, nella riassicurazione Life & Healht, le perdite dalla pandemia “hanno chiaramente superato le aspettative soprattutto a causa dell’alto tasso di mortalità in India e Sudafrica”.

ERGO, il braccio assicurativo primario del riassicuratore globale, Munich Re ha riportato solo effetti minori derivanti da COVID-19 nel Q2.

Nel I trimestre 2021, Munich Re ha riportato perdite legate a COVID-19 nella riassicurazione P&C per circa 100 milioni di euro, oltre a perdite per 167 milioni di euro nella riassicurazione L&H.

Per la prima metà dell’anno, Munich Re ha annunciato un risultato di 1,7 miliardi di euro, che rappresenta un miglioramento rispetto alla prima metà del 2020, quando la società ha registrato ulteriori 700 milioni di euro di perdite legate alla COVID-19.

Con il suo risultato H1 2021 a 1,7 miliardi di euro, Munich Re afferma di essere sulla buona strada per raggiungere il suo obiettivo annuale di 2,8 miliardi di euro, nonostante ci sia una maggiore possibilità di mancare l’obiettivo di 400 milioni di euro fissato per il risultato tecnico nella sua attività di riassicurazione L&H.