La certificazione dei crediti formativi

L’ANGOLO DELLA COMPLIANCE

Autore:  Enzo Furgiuele
ASSINEWS 332 – luglio-agosto 2021 

Domande, risposte e approfondimenti per ridurre il rischio di non conformità alla normativa sulla distribuzione assicurativa

 

 

 

 

Ho analizzato recentemente un discreto numero di certificazioni rilasciate a valere come crediti formativi a seguito della partecipazione di corsi di aggiornamento professionale da parte di intermediari iscritti al Rui e di addetti alla distribuzione all’interno dei locali. Non ho potuto fare a meno di notare che diverse certificazioni non sono state redatte in coerenza con le nuove regole entrate in vigore il 1°ottobre 2018. Ritengo opportuno quindi fare il punto sulla normativa per avere un quadro di riferimento completo.

Il regolamento Ivass 40, entrato in vigore il 1°ottobre 2018 per dare attuazione alle modifiche normative portate al codice delle assicurazioni private dalla direttiva IDD, ha sostituito – tra gli altri – il regolamento Ivass 6 del 2014, che a suo tempo già aveva introdotto molte novità nell’ambito della formazione e dell’aggiornamento professionale degli intermediari di assicurazione.

CONTENUTO A PAGAMENTO
Il contenuto integrale di questo articolo è visualizzabile solo dagli abbonati aMENSILE Non sei abbonato?
Scopri i piani di abbonamento
Sei già abbonato? Effettua il login nel modulo sottostante
Hai dimenticato la Password?
Registrati

© Riproduzione riservata