Gli agenti Generali italiani e francesi incontrano Philippe Donnet

E’ stato un incontro ricco di spunti e confronti, quello tra la delegazione del Gruppo Agenti Generali Italia (GA-GI) e la delegazione degli Agenti Generali France (Triangl) che si è tenuto nella cornice dell’avveniristica Torre Hadid, sede del gruppo Generali, giovedì scorso.

Vincenzo Cirasola e Jean Marc Seguì, rispettivamente presidente del Gruppo Agenti Generali Italia e presidente del Gruppo Agenti Generali France si sono confrontati con il Group CEO di Assicurazioni Generali Philippe Donnet sui temi di maggiore interesse sul mercato.

Il Group CEO, seppure ben consapevole che nel mercato francese, rispetto a quello italiano, il livello di concorrenza è molto più elevato visti i numerosi canali distributivi (bancainsurance, mutue e broker), ha riconosciuto che il modello agenziale ha mostrato una grande resilienza e capacità di distinzione dove, come in Italia, resta molto forte la relazione agente-cliente anche nella gestione dei sinistri, che deve rappresentare un punto di eccellenza per la soddisfazione del cliente.

E in considerazione del legame e del trust che gli agenti sono riusciti a costruire in questi anni con i clienti, Donnet ha sottolineato come questo rapporto di fidelizzazione sia anche forte, reciprocamente, tra società e agenti. In particolare, ha specificato come Generali intenda proseguire nella strada che vede il brand del Leone Rosso continuare ad essere un segno distintivo degli agenti.

Generali

Sui temi di mercato, il Group CEO ha ribadito: “l’importanza e la centralità degli agenti continuerà ad essere un asset strategico per il gruppo Generali. Il modello di agenzia francese e italiano rappresentano un punto di forza della strategia distributiva, viste le dimensioni e la professionalità che gli agenti riescono a fornire a 360 gradi”. Il dott. Donnet ha, inoltre, sottolineato: “la volontà del Leone di proseguire nell’Opa su Cattolica per arrivare a un’integrazione  della compagnia, che porterebbe Generali ad essere leader in Italia anche nel settore danni”.

Le parole di apprezzamento che Donnet ha rivolto al nostro modello di agenzia, come modello da esportare anche in altri mercati, ci inorgoglisce e ci fa piacere. Siamo stati rassicurati dalle parole che Donnet ha espresso nei confronti del progetto di acquisizione di Cattolica Assicurazioni in Generali Italia. Si tratta di un’operazione che, se da un lato rafforzerà il gruppo che rappresentiamo, dall’altro, indubbiamente, ci preoccupa e ci vedrà impegnati nei prossimi anni in una eventuale integrazione che seguiremo con la massima attenzione” ha aggiunto Vincenzo Cirasola, presidente del Gruppo Agenti Generali Italia.

Ho apprezzato la disponibilità e il confronto con il Group CEO Philippe Donnet che ha ascoltato con attenzione le preoccupazioni e le criticità degli agenti francesi. Una rete orgogliosa e fidelizzata al brand di Generali, molto noto anche in Francia, che apporta una maggiore sensibilità alla situazione attuale” ha concluso Jean Marc Seguì, presidente del Gruppo Agenti France.

L’organismo del Coordinamento Europeo creato dai tre principali Gruppi Agenti di Generali, nato nel maggio del 2015 sul modello di quello già in essere per gli agenti Axa e Allianz, e che auspica di poter estendere anche ad altri agenti europei, ha l’obiettivo di confronto, analisi e studio del ruolo dell’agente nel contesto europeo e sull’evoluzione della professione.