I big dell’assicurazione europea: Allianz in prima posizione

Il Gruppo Allianz rimane in cima alla classifica dei maggiori assicuratori europei per raccolta premi nell’esercizio 2020. Il gruppo tedesco è anche il leader in termini di profitto netto e numero di dipendenti. Munich Re ha ottenuto la crescita maggiore, mentre il CNP francese è sceso di più.

Ogni anno, all’inizio di luglio, la Frankfurter Allgemeine Zeitung (FAZ) pubblica il supplemento “Die 100 Größten“. La 63esima edizione di questo studio elenca, tra l’altro, i 25 maggiori assicuratori tedeschi in termini di raccolta premi nell’anno commerciale 2020.

Allianz è anche leader in Europa

La pubblicazione include anche una classifica dei 100 maggiori gruppi in Europa per fatturato. Come l’anno precedente, undici gruppi assicurativi sono entrati in questa lista. Il leader, con 140,5 miliardi di euro di raccolta premi, è Allianz SE, come nella classifica nazionale.

L’importo include anche l’attività bancaria e di gestione patrimoniale. Pertanto, il valore indicato nella classifica FAZ può discostarsi verso l’alto dalle cifre di altre indagini.

Undici assicuratori tra le 100 aziende con il più alto fatturato

Il gruppo francese Axa continua a seguire al secondo posto con una raccolta premi di 94,1 miliardi di euro. Il gruppo italiano Generali segue con ben 67,4 miliardi di euro.

Le posizioni da quattro a sei sono occupate dal Munich Re Group (Munich Re), la svizzera Zurich Insurance Group e Talanx AG. Il loro fatturato è compreso tra poco meno di 55 e poco più di 41 miliardi di euro.

Sono seguiti relativamente da vicino dal gruppo Swiss Re, dal gruppo americano Chubb e dal gruppo britannico Prudential, ciascuno con un fatturato di circa 37 miliardi di euro. Al decimo e undicesimo posto si trovano il gruppo britannico Aviva (32,6 miliardi di euro) e la francese CNP Assurances SA (27,1 miliardi di euro).

Allianz

Il gruppo Munich Re registra la crescita più forte

Complessivamente, solo tre degli operatori di mercato elencati, due dei quali dalla Germania, sono stati in grado di aumentare i ricavi. Il gruppo Munich Re ha ottenuto la maggiore crescita rispetto all’anno precedente con poco meno del sette per cento. Talanx ha ottenuto un aumento di oltre il quattro per cento. Chubb è aumentato di poco meno del due per cento.
Il gruppo CNP ha perso quasi un quinto dei ricavi nel comparto vita a causa della pandemia. Aviva, Prudential e Axa hanno visto le loro entrate diminuire tra l’otto e quasi il sei per cento.

A causa del diverso sviluppo delle vendite, ci sono stati anche alcuni spostamenti nelle classifiche. Prudential, per esempio, è sceso di due posti all’ottava posizione. Di conseguenza, Talanx è salita da sette a sei e Swiss Re da otto a sette.

Allianz con il maggior utile e il maggior numero di dipendenti

In termini di utile netto, Allianz è anche in testa (7,1 miliardi di euro). Zurich, Axa e Chubb hanno ottenuto profitti superiori ai tre miliardi di euro ciascuno. Swiss Re è stata l’unica compagnia a registrare una perdita, a causa delle elevate richieste di risarcimento legate al Covid.

Allianz ha anche il maggior numero di dipendenti tra i gruppi assicurativi. In tutto il gruppo ce ne sono circa 150.000. Axa segue con poco meno di 115.000. Generali ha quasi 73.000 dipendenti e Zurich ne ha ancora quasi 53.000.