Allianz: aumentano i tentativi di frode con la pandemia

La pandemia e la conseguente crisi ha portato ad un aumento delle frodi nel campo dei sussidi e delle assicurazioni in Germania. L’Ufficio federale di polizia criminale (BKA) ha segnalato martedì 7585 casi di frode sui sussidi, la maggior parte dei quali riguardava le domande di sostegno per il virus.

Il BKA stima il danno a 151 milioni di euro. Da parte sua Allianz sta registrando un numero crescente di casi di frode assicurativa. Il numero di tentativi di frode è aumentato di circa il dieci per cento dall’inizio della pandemia, secondo Allianz Deutschland.

frode

Il BKA ha contato 49.174 casi di tentativi di truffa sulle sovvenzioni nel 2020, oltre un quinto in più rispetto al 2019. Anche nel campo degli investimenti il BKA ha contato 4865 casi, un aumento di oltre un terzo.

Allianz ha registrato un improvviso aumento dei danni causati dall’acqua presso i clienti azienda di circa un quarto. Come esempio, la compagnia cita la merce stagionale danneggiata dall’acqua che non poteva essere venduta nei negozi a causa delle restrizioni della pandemia. È quindi ragionevole supporre che le aziende in difficoltà finanziarie abbiano cercato di ottenere un risarcimento dalle loro compagnie di assicurazione.

Anche l’Associazione tedesca delle assicurazioni lo presuppone. “La stragrande maggioranza dei clienti delle assicurazioni è onesta, anche in tempi di crisi”, ha detto l’amministratore delegato Jörg Asmussen.

Le cifre dell’associazione delle compagnie, GDV mostrano che si tratta di un aumento relativo in tutto il settore: Secondo i dati, il numero di richieste di risarcimento durante la pandemia è diminuito complessivamente, ma il numero di reclami dubbi è rimasto quasi invariato. Di conseguenza, questi casi dubbi rappresentano naturalmente una proporzione maggiore di notifiche di sinistri.

La GDF stima che il danno totale delle frodi assicurative sia di circa 5 miliardi di euro all’anno.

L’aumento delle frodi osservato da Allianz  è di circa il 10% nell’assicurazione auto e di circa il 20% nella responsabilità civile generale. “In tutto il mondo, gli studi ipotizzano che il 10-15 per cento di tutti i reclami siano dubbi. Questo vale anche per la Germania”, dice Jochen Haug, membro del consiglio di amministrazione di Allianz Versicherungs-AG, la società del gruppo con sede a Monaco di Baviera responsabile dell’assicurazione delle proprietà in Germania. “Abbiamo anche potuto osservare che in tempi di crisi, i tentativi di frode aumentano in tutte le linee di business”.

Haug si difende quindi dalle lamentele sugli assicuratori non disposti a pagare che si leggono spesso nei forum online: “Ci preoccupiamo di proteggere i clienti onesti che aiutano a pagare le frodi assicurative di altri”, dice il manager di Allianz. “Ogni truffatore che non prendiamo è un peso per la comunità assicurata. Migliore è la nostra difesa contro le frodi, più velocemente e facilmente possiamo anche pagare la stragrande maggioranza dei nostri clienti onesti le loro richieste legittime”.

La digitalizzazione ha vantaggi e svantaggi sia per la polizia che per gli assicuratori. Da un lato, la tecnologia rende i crimini più facili. Prendiamo l’esempio degli incidenti automobilistici falsificati: “In passato, i veicoli venivano effettivamente danneggiati”, dice il manager di Allianz Haug. “Oggi accade che il danno venga creato virtualmente sullo schermo attraverso appositi programmi di editing delle immagini”.

Allo stesso tempo, la tecnologia facilita il lavoro di investigazione, a beneficio sia degli investigatori che delle compagnie di assicurazione. Nel caso di incidenti automobilistici fittizi, per esempio, l’auto stessa può aiutare a condannare i potenziali truffatori. “I veicoli moderni sono dotati di un registratore di dati degli eventi”, dice Christoph Lauterwasser, amministratore delegato dell’Allianz Center for Technology. Grazie a questa controparte automobilistica del registratore di volo, è possibile scoprire se un conducente ha accelerato deliberatamente per essere colpito.

Fonte: Die Zeit