Niente sarà più come prima dopo il coronavirus

COVID-19

Autore: Gerardo Marrese ed Ennio Profeta
ASSINEWS 321 – luglio-agosto 2020

Durante il periodo della Pandemia è questo il leit motive che ha accompagnato molte dichiarazioni di politici, imprenditori, scienziati e… gente comune.

In queste settimane di lento ritorno all’attività, con tutte le precauzioni richieste in tema di sicurezza, assistiamo ad una vera e propria schizofrenia di comportamenti che passano da un tracotante ottimismo o di assoluto pessimismo, con un clima da “tutti contro tutti”. C’è però l’ambito del lavoro in cui si può affermare che “niente sarà come prima” in particolare con l’incremento necessitato del telelavoro e/ dello smart working (lavoro intelligente).

Sono queste due modalità di svolgimento della prestazione lavorativa fuori dai locali dell’azienda. In entrambi i casi, si tratta di contratti di lavoro dipendente (sia pubblico che privato). Con il telelavoro, il dipendente svolge la propria attività in una postazione fuori dai locali dell’impresa, come ad esempio la sua abitazione, dalla quale si collegherà all’azienda con gli strumenti di comunicazione informatici e telematici oggi disponibili (es. computer).

Con lo smart working il dipendente svolge sempre la propria attività fuori dall’azienda senza una postazione fissa, in piena autonomia per i tempi e il luogo di lavoro. Il lavoratore è quindi libero di scegliere e cambiare il luogo di lavoro come e quando preferisce. Ad esempio, potrà lavorare da casa, da una camera d’albergo o da un bar.

Secondo una stima del Politecnico di Milano prima del Coronavirus solo 570.000 lavoratori fruivano del Telelavoro prevalentemente da casa, per un unico datore di lavoro, con almeno due o tre giorni di rientro in sede a settimana. Secondo il Ministero del Lavoro il 13 marzo (all’inizio del lockdown) il numero degli smart worker è praticamente raddoppiato mentre i Consulenti del Lavoro stimano una potenzialità di oltre 8 milioni di lavoratori da casa, con un aumento del traffico in rete dal 20 al 50%.

CONTENUTO A PAGAMENTO
Il contenuto integrale di questo articolo è visualizzabile solo dagli abbonati aMENSILE Non sei abbonato?
Scopri i piani di abbonamento
Sei già abbonato? Effettua il login nel modulo sottostante
Hai dimenticato la Password?
Registrati