Il mercato delle elettriche raddoppia anche con il Covid

Entro due anni non sarà solo un affare per pochi
La Renault Zoe, attualmente l’elettrica più venduta in Italia
In Italia oggi circolano 50 mila automobili elettriche e il trend di vendite vede, per le sole full electric, un raddoppio ogni anno nell’ultimo triennio. Secondo l’Ufficio Studi Motus-E, che si occupa anche delle analisi di mercato, anche il 2020 dovrebbe confermare questo trend (con 20 mila auto vendute); trend che è fortemente esponenziale, ma ancora poco significativo nel quadro generale poiché si è partiti da numeri molto piccoli. Tuttavia, se si riuscirà a supportare questa domanda in modo opportuno, nel giro di due anni, anche grazie alla riduzione dei costi e all’aumento della produzione, si potrà entrare finalmente in una normale curva di apprendimento che correlerà produzione a prezzi secondo le normali logiche industriali. Già oggi alcuni segmenti di mercato vedono un pareggio del costo a vita intera tra un mezzo elettrico e uno convenzionale; nel giro di pochi anni potrà essere superato anche il gap nel prezzo di acquisto iniziale.

Si tratta, quindi, di un mercato ancora marginale rispetto alle fossili (solo il 2%), ma sono ottime le prospettive nei prossimi anni, come già si sta verificando in altri Paesi europei (Germania, Francia) con un anticipo di due-tre anni rispetto all’Italia.

Per quanto riguarda, invece, gli effetti che la pandemia ha avuto sull’economia globale, il Covid-19 non ha inciso molto sul mercato delle elettriche, per diversi motivi. Il primo è che chi oggi acquista un’automobile elettrica è generalmente più motivato di chi acquista una a combustione termica: a causa dei tempi di consegna, agisce su tempi più lunghi e ha grandi aspettative sul prodotto. Infine bisogna considerare anche che chi opta per la e-mobility è abituato a modalità di approccio molto più avanzate e può arrivare a spingersi fino all’acquisto on-line e alla consegna presso il cliente. «Per dare un’idea complessiva», fanno sapere dal l’Ufficio Studi Motus-E, «nel mese di maggio e giugno 2020 le cifre parlano di +50%, a fronte di riduzioni consistenti delle vendite dei veicoli convenzionali. Quindi confermiamo 20 mila auto elettriche vendute nel 2020, a fronte delle 10. mila del 2019». (riproduzione riservata)

Gaia Grassi
Fonte: logo_mf