I Lloyd’s propongono soluzioni di ripresa post Covid-19

Insieme ai suoi gruppi di consulenza britannici e globali, i Lloyd’s di Londra hanno definito tre quadri open source progettati per accelerare la ripresa economica e sociale globale post COVID-19.

Il primo è una copertura di interruzione dell’attività in assenza di danni chiamata ReStart.

Secondo i Lloyd’s questo prodotto sosterrebbe la riapertura delle PMI e offrirebbe una serie di limiti che garantiscono che sia conveniente per i clienti, senza richiedere alcun supporto governativo.

Recover Re è un prodotto assicurativo “after the event” che, secondo i Lloyd’s, potrebbe fornire sollievo immediato e copertura per l’interruzione dell’attività in assenza di danni a lungo termine, inclusa l’attuale pandemia.

Se implementato, i Lloyd’s ritengono che potrebbe essere un modo efficiente per iniettare fondi commerciali e governativi nell’economia, fornendo sollievo ai clienti con limitata capacità di prestito.

Questo quadro potrebbe essere implementato in qualsiasi paese in cui il governo abbia le risorse e ci sia l’impegno dell’industria per sostenerlo.

Infine, Black Swan Re è una struttura di riassicurazione per la partnership tra governo e industria che, secondo i Lloyd’s, potrebbe proteggere meglio i clienti dall’impatto di eventi catastrofici sistemici, da un’altra pandemia, o dall’interruzione della catena di fornitura globale, fino all’interruzione di infrastrutture critiche o di servizi pubblici.

La struttura sarebbe stata progettata per fornire una riassicurazione per la copertura commerciale dell’interruzione dell’attività commerciale per gli eventi pandemici attraverso il capitale messo in comune dall’industria, supportato da una garanzia governativa per pagare se mai il pool avesse fondi insufficienti.

Oltre a sviluppare e condividere queste strutture, i Lloyd’s stanno sviluppando un Centro di Eccellenza sostenuto da un investimento di capitale di avviamento fino a 15 milioni di sterline. Il Centro costruirà risorse e capacità per comprendere, modellare e creare prodotti che proteggano meglio i clienti dai rischi sistemici, comprese le pandemie.

Ciò comprenderà nuove capacità tecniche e servizi a supporto degli assicuratori, e partnership accademiche per sviluppare una migliore comprensione dei rischi sistemici e delle esigenze emergenti dei clienti del settore assicurativo.

Per dare il via alla creazione del Centro di Eccellenza, il Lloyd’s Innovation Lab sta già lavorando con le compagnie assicurative che possono fornire alcune di queste capacità.

“Lo scopo dell’assicurazione è quello di aiutare le imprese e le comunità a gestire i rischi che devono affrontare, consentire loro di riprendersi rapidamente dai disastri pagando i sinistri e fornire la sicurezza che permette loro di innovare, sviluppare e guidare la crescita economica”, ha dichiarato il presidente dei Lloyd’s, Bruce Carnegie-Brown. “Il COVID-19 ha dimostrato che c’è molto di più che possiamo fare per sostenere i nostri clienti fornendo loro protezione per i rischi in evoluzione che devono affrontare. Alcuni di questi rischi sono di dimensioni tali da richiedere una partnership con i governi a livello globale e questo rapporto identifica i modi in cui il settore assicurativo potrebbe lavorare con i governi per condividere il rischio e creare un mondo più coraggioso e resiliente”.

Lloyd's