Itas Gestione Garantita a fini conservativi

La polizza offre sicurezza sul capitale investito e rendimenti molto blandi, con diverse coperture complementari

di Fausto Tenini e Alessandro Lazzari * (Assinews)

Itas Gestione Garantita è una polizza rivalutabile a vita intera e premio unico, dove i conferimenti vengono investiti in un prodotto finanziario a rischio molto basso. D’altronde il nome stesso del prodotto lascia comprendere le caratteristiche di base dell’assicurazione, ovvero un profilo rendimento-rischio molto contenuto. E’ data la possibilità di effettuare versamenti aggiuntivi, e le prestazioni assicurate si rivalutano al termine di ogni anno in base al rendimento della gestione separata Formula Fondo. La prestazione caso vita dipende appunto dal rendimento della gestione separata Formula Fondo, in linea alla prestazione in caso di decesso dell’assicurato. E’ attivabile la copertura complementare decesso, quest’ultimo causato da qualsiasi causa. In tal caso verrà pagato un ulteriore capitale, in aggiunta alla prestazione principale, che sarà determinato in fase di sottoscrizione iniziale e sarà pari al premio unico versato moltiplicato per tre, fino ad un massimo di 75 mila euro. Tale copertura ha una durata fissa pari a 10 anni dalla data di decorrenza del contratto ed è riservata agli assicurati con età anagrafica, alla data di sottoscrizione, compresa tra i 18 e 50 anni. Questa copertura può essere attivata solo alternativamente alla copertura complementare decesso causato da infortunio, per cui è previsto anche il raddoppio del capitale in caso di incidente stradale. In caso di decesso dell’assicurato per infortunio verrà pagato un ulteriore capitale, in aggiunta alla prestazione principale, che sarà determinato in fase di sottoscrizione iniziale e sarà pari al premio unico versato moltiplicato nuovamente per tre, fino ad un massimo sempre di 75 mila euro. Questa copertura complementare ha una durata fissa pari a 10 anni dalla data di decorrenza del contratto ed è riservata agli assicurati con età anagrafica, alla data di sottoscrizione, compresa tra i 18 e 70 anni. La polizza prevede un tasso annuo di rendimento minimo garantito pari allo 0% in caso di decesso, e in caso di riscatto dopo il 31 dicembre del decimo anno successivo alla data di decorrenza del contratto. Non è previsto alcun consolidamento annuale dei rendimenti attributi al contratto, in quanto le partecipazioni agli utili, una volta dichiarate e attribuite annualmente al contraente, non restano definitivamente acquisite dal medesimo. Il contratto prevede il pagamento di un premio unico di importo minimo pari a 5 mila euro e di valore massimo di 300 mila euro, con possibilità di versamenti unici aggiuntivi fino al decimo anno dalla data di decorrenza del contratto per un totale di 100 mila euro. Mentre il cumulo premi associato ad un unico contraente che abbia sottoscritto prodotti con prestazioni collegate alla gestione separata Formula Fondo non potrà superare 2,5 milioni di euro. Il contraente potrà richiedere che il valore di riscatto netto maturato possa essere convertito in rendita. Che può essere annua finché l’assicurato è vivo, annua certa nei primi 5 o 10 anni, annua su due assicurati. La rendita può essere erogata anche in rate sub-annuali. Il motore finanziario è rappresentato esclusivamente dalla gestione separata Formula Fondo, per cui le politiche di investimento sono riconducibili a criteri di prudenza e di affidabilità degli emittenti scelti. Ad esempio, le emissioni obbligazionarie non dotate di un rating o di rating inferiore a BBB- non potranno valere oltre il 6% dell’intero portafoglio. Il rendimento generato lo scorso anno dalla gestione è risultato pari al 3,51%, al lordo dei costi, ma ciò non è sufficiente per ottenere valori attesi di performance interessanti in termini netti. Il Kid nello scenario più pessimistico evidenzia infatti una perdita media annua dello 0,3% dopo 10 anni, ma nello scenario più favorevole si estrae lo 0,02% netto di guadagno annuo, ovvero il semplice consolidamento del capitale investito. (riproduzione riservata)

Clicca qui per la scheda completa