Chubb: il COVID-19 pesa per 1,37 mld $ nel II trimestre

Chubb ha annunciato che l’impatto della pandemia COVID-19, combinato con i gravi eventi meteorologici e i disordini civili negli Stati Uniti, ha portato a perdite nette globali di 1,807 miliardi di dollari (al lordo delle imposte) per il secondo trimestre del 2020.

Chubb rivela che le sue stime delle perdite catastrofiche del secondo trimestre includono perdite legate al COVID-19 per 1,365 miliardi di dollari (al lordo delle imposte), altre perdite da catastrofi naturali di 312 milioni di dollari (al lordo delle imposte), principalmente a causa di gravi eventi meteorologici negli Stati Uniti, e anche le perdite legate ai disordini civili negli Stati Uniti di 130 milioni di dollari (al lordo delle imposte).

Secondo Chubb, la stima di 1,365 miliardi di dollari della COVID-19 è una stima dell’azienda delle perdite assicurative finali derivanti direttamente dalla pandemia e dalle conseguenti crisi economiche.

Riguardo al COVID-19 nello specifico, Chubb afferma che la stima delle perdite al lordo delle imposte è composta da perdite a breve termine di 605 milioni di dollari generate per lo più da interruzioni di attività legate all’intrattenimento e alle proprietà commerciali, e da soluzioni A&H che includono prodotti assicurativi per i viaggi; 553 milioni di dollari relativi a prodotti assicurativi di responsabilità civile e 107 milioni di dollari relativi a esposizioni creditizie assicurative.

Chubb afferma inoltre che il 71% delle perdite legate alla pandemia si riferisce al suo segmento North America Commercial P&C Insurance e il 28% all’unità Overseas General Insurance.

Le stime dei sinistri catastrofali del secondo trimestre di Chubb sono al netto della riassicurazione, includono i premi di reintegrazione e comprendono le perdite generate dalle attività commerciali e personali di property e casualty, A&H e assicurazioni vita, nonché le sue operazioni di riassicurazione globale.

Oltre alla catastrofe, Chubb ha anche rivelato che nel secondo trimestre del 2020 ridurrà i suoi premi netti scritti di circa 184 milioni di dollari per riflettere la sua stima degli aggiustamenti dell’esposizione sulle sue polizze in vigore che hanno avuto e avranno come conseguenza l’impatto della contrazione economica.

Nel primo trimestre del 2020, l’impatto finanziario della pandemia COVID-19 su Chubb è stato limitato. Tuttavia, la compagnia ha sottolineato all’epoca che si aspettava che l’evento avesse un impatto significativo sui suoi ricavi e sul reddito operativo nel secondo trimestre e potenzialmente oltre. Più recentemente, l’amministratore delegato di Chubb ha dichiarato che si aspetta che il coronavirus infligga all’industria globale delle assicurazioni e delle riassicurazioni perdite per 100 miliardi di dollari.

Chubb