Aon: il capitale della riassicurazione è sceso del 6% a 590 mld$ nel I trimestre

Il capitale riassicurativo globale è sceso del 6% dalla fine del 2019 alla fine del primo trimestre del 2020 a 590 miliardi di dollari, con un calo del 6% nella riassicurazione tradizionale e del 4% nel capitale alternativo, riferisce il broker assicurativo e riassicurativo Aon.

L’ultimo Reinsurance Market Outlook Report del broker evidenzia un calo di 35 miliardi di dollari del capitale riassicurativo totale alla fine del primo trimestre 2020, con il capitale tradizionale che chiude il trimestre a 499 miliardi di dollari e il capitale riassicurativo alternativo a 91 miliardi di dollari.

“Mentre i riassicuratori tradizionali hanno visto l’impatto di COVID-19 che ha influito sui risultati del capitale alla fine del primo trimestre, il capitale alternativo continua ad avere un impatto di circa USD15 miliardi di capitale vincolato”, afferma Aon.

Il recente rapporto del broker ri/assicurativo parla anche dei rinnovi di giugno e luglio. Secondo Aon, la capacità era generalmente disponibile per gli assicuratori ai rinnovi di metà anno, anche se con risultati diversificati in funzione dei tempi, della struttura e dei vincoli di capacità nelle zone di picco.

Il rapporto afferma che la domanda di protezione riassicurativa è rimasta abbastanza stabile, in quanto sono state ritirate alcune coperture governative, compensate da alcuni attori primari che cercano di assicurarsi una capacità aggiuntiva per coprire le aspettative di una stagione degli uragani superiore alla media.

Per quanto riguarda i movimenti dei tassi primari, Aon osserva che, prima dell’epidemia di COVID-19 negli Stati Uniti, i tassi tendevano verso i più alti aumenti di numerosi rami registrati negli ultimi anni.

“I livelli dei premi per il resto dell’anno rimangono incerti, in quanto molteplici fattori influiscono sui risultati di un uso prolungato e ridotto delle auto, nonché sulla riduzione del pubblico nei negozi al dettaglio e dei posti a sedere non occupati nelle compagnie aeree. Queste dinamiche alimenteranno a loro volta le diverse esigenze degli assicuratori in materia di protezione riassicurativa per tutto il resto dell’anno”, afferma Aon.

riassicurazione